Angela, in coma dopo bypass gastrico scrive al medico che l’ha salvata: “Grazie a lei sono viva”

Angela Iannotta, la 29enne di Santa Maria Capua Vetere, ha scritto una lettera di ringraziamento al medico che l’ha operata e salvata.

Angela Iannotta ringrazia il medico che l’ha operata

La donna, madre di tre figli, era finita in coma dopo l’intervento di bypass gastrico per dimagrire ma ora sta meglio. Questo grazie all’operazione eseguita il 13 giugno e durata nove ore, eseguita dal professore Francesco Corcione, in cui le sono stati ricostruiti stomaco e intestino. La donna è ora ricoverata al Secondo Policlinico di Napoli ed ha voluto ringraziare il medico che le ha salvato la vita.

Professore, a lei rivolgo la mia gratitudine incondizionata. – scrive Angela – Non dimenticherò mai tutto ciò che ha fatto (e fa) per me. Grazie a lei e alla sua equipe se sono viva e grazie di cuore anche a tutto il personale del suo reparto. Mi sento in famiglia. Voi siete angeli che mi confortate, arricchita e protetta. Ricorderò il suo sorriso, il tempo che mi dedica e i suoi occhi pieni di amore e di passione. Grazie professore per essere stato un uomo, ancor prima di essere un maestro della chirurgia italiana.
Le medicine possono curare le malattie ma le parole incoraggianti di una persona unica e straordinaria, come lei, possono dare la forza di combattere dall’interno. E questo forza lei me l’ha data in un momento in cui non vedevo più la luce in fondo al tunnel. La ringrazio per essersi presa cura di me e di avermi salvata la vita”.

 “Nell’ordinario – prosegue – noi raramente ci rendiamo conto che riceviamo molto di più di ciò che diamo, e che è solo con la gratitudine che la vita si arricchisce di valori. E io le sarò infinitamente grata per tutta la vita. Ho avuto la fortuna di scegliere lei come mio medico e la ricorderò per ogni singolo momento che mi ha dedicato e mi dedica. Che Iddio le dia la forza necessaria per proseguire nella sua meritoria opera di abnegazione e la benedica sempre“.

I medici indagati

Intanto continua l’inchiesta sul caso di Angela Iannotta, che vede tra gli indagati il chirurgo bariatrico Stefano Cristiano, che aveva operato la donna per farla dimagrire e il 69enne Francesco Di Vilio, operato allo stomaco per un carcinoma e deceduto il primo gennaio 2022. Insieme a lui ci sono altri medici indagati, che hanno partecipato agli interventi nella clinica casertana e in quella de L’Aquila.


Segui Vesuviolive.it su:

Potrebbe anche interessarti