Rinviati a giudizio i 4 accusati dell’omicidio di Maurizio Cerrato. Fu ucciso per un parcheggio

maurizio cerratoTorre Annunziata Sono stati rinviati a giudizio le quattro persone accusate dell’omicidio di Maurizio Cerrato, l’uomo che ad aprile 2021 fu brutalmente ucciso per avere difeso sua figlia. Quest’ultima aveva spostato una sedia che occupava un posto auto, con lo scopo di parcheggiare la propria, venendo aggredita. Il padre era così sceso di casa per soccorrerla, venendo però assassinato.

Omicidio Cerrato: a maggio inizia il processo

Nell’udienza preliminare che si è tenuta oggi presso il Tribunale di Torre Annunziata i magistrati hanno deciso che Antonio Cirillo, Giorgio Scaramella, Domenico Scaramella e Francesco Cirillo dovranno essere processati con l’accusa di omicidio. Il prossimo sei maggio comincerà così il processo davanti alla Corte d’Assise di Napoli.

Oggi si sono altresì costituite le parti civili: si tratta della moglie di Maurizio Cerrato e le loro due figlie, sua sorella, il Comune di Torre Annunziata e l’associazione Polis.

Potrebbe anche interessarti