Ricetta dei maccaruncielli lardiati, un’antica tradizione contadina

Maccheroni lardiati

Tra i piatti più antichi della tradizione culinaria campana, si annoverano i maccaruncielli lardiati, ricchi e sostanziosi, per la consistenza presenza di lardo. 

Non tutti sanno che anticamente i contadini, abili nel conservare ogni tipo di alimento, avevano l’abitudine di mettere il lardo sotto sale per poterne sfruttarne in toto ogni minima parte, in qualunque periodo dell’anno. Il piatto veniva preparato soprattutto in inverno, vista la portata calorica, con i mezzanielli spezzati a mano.

Naturalmente ci sono diverse versioni della specialità, a seconda dei gusti: in bianco, con il pomodoro, con l’aggiunta di aglio e cipolla, di parmigiano o pecorino. Noi abbiamo scelto di proporvi la ricetta più conosciuta (quella con la salsa di pomodoro):

Ingredienti 

500 gr di mezzani o maccheroni
300 gr di lardo
un po’ di salsa di pomodoro
mezza cipolla
un po’ di vino rosso
pecorino romano grattugiato
pepe, basilico, olio extravergine d’oliva

Procedimento 

In una pentola capiente fate bollire l’acqua per la pasta. Nel frattempo preparate un battuto con la cipolla ed il lardo e fate soffriggere in una padella: il lardo deve diventare trasparente e la cipolla bionda. A questo punto aggiungete un po’ di salsa di pomodoro (può essere sostituita con i pomodori San Marzano o del piennolo del Vesuvio a seconda dei gusti).
Fate cuocere la pasta, colatela al dente e mescolatela in padella, aggiungendo il pecorino grattugiato, un po’ di pepe ed il basilico.

Ecco pronto il vostro piatto di lardiata… Buon appetito! 

Lardiata
Lardiata

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più