Gustare le zeppole il 1° novembre? I pasticceri salernitani fanno festa: parte del ricavato sarà devoluto al Santobono

Voglia di dolci? La sagra della zeppola di San Giuseppe è alle porteVi piacciono le zeppole di San Giuseppe? L’Associazione Pasticceri Salernitani (APS) ha deciso in occasione della festività del primo novembre, di organizzare la festa della zeppola di San Giuseppe. Presso tutte le pasticcerie associate potranno essere acquistate i dolci tipici del 19 marzo, festa del papà. Al costo di euro 1,50 quella al forno e di 2 euro quella fritta, in tantissimi potranno deliziare il loro palato con questo dolce sublime della nostra tradizione. Iniziativa gustosissima e degna di importanza, infatti, parte del ricavato sarà devoluto all’ospedale pediatrico “Santobono” di Napoli.

LA RICETTA DELLA ZEPPOLA DI SAN GIUSEPPE

“Il lockdown della scorsa primavera ha bloccato la rituale consuetudine della degustazione della zeppola nel giorno di San Giuseppe; pertanto, di concerto con il Presidente Giuseppe Faiella e con gli altri consociati, abbiamo pensato di recuperare questa dolce tradizione individuando la festa di Tutti i Santi come data ideale per poter proporre una delicatezza che rientra tra le eccellenze della cultura pasticciera campana; e rifacendoci alla tradizione anglosassone che recita “dolcetto eguale scherzetto”, abbineremo la vendita della zeppola ad una missione umanitaria devolvendo parte del ricavato della vendita all’Ospedale Santobono di Napoli nella persona della dottoressa Sandra Coppola, chirurgo pediatra”. Ha detto Aniello Esposito, membro del consiglio dell’APS. Viva le zeppole!

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più