Telese, torna il treno storico che da Napoli portava i bagnanti alle terme

Torna il treno storico con i bagnanti che attraversando Telese stazionava davanti all’ingresso delle terme.

Telese, torna il treno storico che portava alle terme

Grazie all’interessamento di Costanzo Jannotti Pecci, ad dell’Impresa Minieri e in seguito a una serie di incontri avuti con l’ingegnere Luigi Francesco Cantamessa, Direttore Generale di Fondazione FS nella sede di Roma, l’Amministrazione comunale ha ottenuto la concessione di una locomotiva storica che arriverà a Telese Terme direttamente da uno dei siti italiani della Fondazione Ferrovie dello Stato.

Nei prossimi giorni la locomotiva arriverà in città e verrà sistemata in un’area delle terme vicino piazza Minieri. L’inaugurazione è prevista nel periodo prenatalizio. Dopo Natale, saranno organizzati numerosi eventi tra cui convegni, dibattiti e mostre fotografiche.

Non è stata un’operazione semplice – commenta il sindaco di Telese Terme, Giovanni Caporaso – vogliamo ringraziare tutti coloro che l’hanno resa possibile, in modo particolare il dottor Jannotti Pecci, l’ingegnere Cantamessa, e Rfi per la posa del binario sul quale verrà allocata la locomotiva. Un grazie anche ad Alfonso Grillo, animatore dell’associazione culturale “Comitato Lago”, che ha promosso l’iniziativa e a tutti i cittadini che hanno voluto testimoniarci il loro entusiasmo una volta appresa la notizia“.

Nei prossimi giorni – continua – la bellissima locomotiva arriverà in città e verrà sistemata in un’area delle terme immediatamente a ridosso di piazza Minieri. L’area verrà ridisegnata, creando una piccola piazza pubblica fruibile da tutti. L’inaugurazione, con la presenza di autorità nazionali e regionali, è prevista nel periodo pre-natalizio“.

Treno che da Napoli portava alle terme

La stazione “Telese-Cerreto-Bagni” fu realizzata realizzata poco dopo l’Unità d’Italia, venne inaugurata il 15 marzo 1868. Essa presentava un totale di otto binari: tre passanti, utilizzati per il servizio viaggiatori, e cinque tronchi, non più utilizzati. E’ ancora visibile una diramazione che, sino al 1959, conduceva allo scalo ferroviario degli stabilimenti termali.

Il treno a vapore che passava sfruttava la linea ottocentesca Napoli-Foggia e partiva da Napoli Centrale dal 10 luglio al 30 settembre da Napoli Centrale per portare i bagnanti alle Terme. Il viaggio durava due ore e il treno sostava per circa tre ore con ripartenza intorno all’ora di pranzo.

Potrebbe anche interessarti