De Laurentiis: “Mi sono innamorato di un giocatore, ecco un indizio. Tifosi, facciamo un gioco…”

Aurelio De Laurentiis

Quest’oggi durante la trasmissione ‘Radio goal‘ in onda su Kiss Kiss Napoli, radio ufficiale degli azzurri, è intervenuto  il presidente partenopeo, che toccando diversi temi ha colto l’occasione per augurare un felice Natale a tutti i tifosi del Napoli“A tutti i napoletani auguro un buon 2016 che possa regalare serenità alle famiglie e possa colorare d’azzurro i nostri sogni”.

Il presidente si è poi soffermato sulla crescita degli azzurri affermando: “Voglio dire ai napoletani che il 2015 è stato un anno importante per la nostra storia: siamo arrivati in semifinale di Europa League, mentre per quanto riguarda il ranking UEFA, siamo passati 521° posto al 16°. In questa nuova stagione abbiamo raggiunto numerosi primati in  Europa League. Abbiamo iniziato una nuova avventura con Sarri che ci ha regalato intense emozioni e la testa della classifica per una settimana,  cosa che non avveniva da 25 anni”.

Cosa ne penso dello scandalo che ha colpito Platini? Negli anni ’90 sono stato eletto presidente dei produttori mondiali, so come vanno queste cose, e questa esperienza è importante anche per il Napoli. Quindi nel momento in cui dico una cosa non è mai una provocazione“.

Sulla possibilità di regalare un giocatore ai tifosi nel mercato di gennaio ha così proseguito: “Ci stiamo lavorando: insieme a  Giuntoli e Chiavelli abbiamo fatto numerosi riunioni ma sappiamo che non dobbiamo sbagliare. Vogliamo gente che ama la città, perchè nel momento in cui preleviamo parecchi quattrini  dalle casse societarie non possono esserci ripensamenti; poichè in caso di cessione non potremmo recuperare la somma spesa per il calciatore in questione”.  “Un indizio sul calciatore di cui mi sono innamorato?  Vi dico che è un centrocampista e che non gioca in Italia. Sarebbe bello  fare un gioco con i tifosi. Magari giocando e dando un indizio di volta in volta, potrebbero indovinarlo, sarebbe divertente”.

Poi un ultimo passaggio sulla politica di Napoli e della regione Campania: “Per settant’anni la politica ha fallito, se davvero vogliamo competere con i migliori club del mondo, la politica deve iniziare a seguire la strada del presidente e della gente comune. Devono ragionare come imprenditori, e non devono abbassare la testa davanti a nessuno. Se De Magistris e De luca sono dei politici come si deve devono stare dalla parte della collettività. Il futuro del Napoli passa dalla privatizzazione del San Paolo e dall’abbandono di meccanismi falliti come il  project financing. Se non hanno questa visione del futuro, che mi ha sempre guidato, la città di Napoli e la regione falliranno.”

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più