Tabacco, da oggi le nuove norme: etichette choc e multe salate per i trasgressori. I dettagli

Sigarette
L’Italia (e un altro gruppo ristretto di Stati Ue) ha rispettato i tempi e ha fatto sua la nuova normativa europea sui prodotti del tabacco. Le direttive entrano in azione oggi, venerdì 20 maggio, seguendo il decreto emanato il 16 gennaio 2016. Vediamo nel dettaglio quali saranno i cambiamenti più importanti e le nuove norme da seguire per i fumatori:

– Stop al fumo in auto
Sarà vietato fumare in automobile in presenza di minori di 18 anni o donne in stato di gravidanza. Il divieto viene esteso anche “alle aree all’aperto di pertinenza delle istituzioni del sistema educativo di istruzione e di formazione nonché alle pertinenze esterne delle strutture universitarie ospedaliere, presidi ospedalieri e IRCCS pediatrici e alle pertinenze esterne dei reparti di ginecologia e ostetricia, neonatologia e pediatria delle strutture universitarie ospedaliere e dei presidi ospedalieri e degli IRCCS”.

– Niente più mozziconi per terra
Stop alle “cicche” depositate sui marciapiedi delle strade, nelle acque e negli scarichi. E’ stato dimostrato, infatti, che i fumi tossici presenti nelle sigarette persistono anche nei mozziconi, con gravi danni per gli essere umani e per l’ambiente. La multa, in caso di infrazione, va dai 30 ai 300 euro.

– Limiti nelle pubblicità di sigarette
Nei sei mesi successivi all’entrata in vigore delle nuove disposizioni viene “vietata la pubblicità di liquidi o ricariche per sigarette elettroniche contenenti nicotina che sia trasmessa all’interno di programmi radiotelevisivi rivolti ai minori e nei quindici minuti precedenti e successivi alla trasmissione degli stessi nella fascia oraria dalle 16 alle 19; attribuisca efficacia o indicazioni terapeutiche che non siano espressamente riconosciute dal Ministero della salute; rappresenti minori di anni diciotto intenti all’utilizzo di sigarette elettroniche. È vietata in qualsiasi forma la pubblicità di liquidi o ricariche per sigarette elettroniche contenenti nicotina anche sulla stampa quotidiana e periodica destinata ai minori; nelle sale cinematografiche in occasione della proiezione di film destinati prevalentemente alla visione da parte dei minori”. La multa per i trasgressori si aggira tra i 5mila e i 25mila euro. 

– Nuove etichette “choc”
Le nuove normative riguarderanno anche l’aspetto dell’etichettatura e del confezionamento del tabacco, attraverso una campagna di sensibilizzazione ai danni e ai pericoli del fumo. Sarà obbligatorio, infatti, inserire sui pacchetti immagini o avvertenze che occupino il 65% della confezione. Inoltre, dovrà sempre essere presente il riferimento al numero verde dell’Istituto Superiore di sanità (Iss) 800.554.088 per smettere di fumare.

– No agli aromi
Sarà vietato vendere ai minorenni sigarette elettroniche contenenti nicotina. Ci sarà, inoltre, un limite di 30 grammi alla vendita del tabacco sfuso. Spariranno i pacchetti da 10 sigarette e sulle ricariche per quelle elettroniche dovranno essere apposte delle etichette molto dettagliate.

– Multe e ritiro della licenza per chi vende ai minorenni
Sanzioni ancora più dure per chi venderà sigarette ai minorenni. La multa va dai 500 ai 3mila euro, con la possibilità del ritiro della licenza all’esercizio dell’attività fino a 15 giorni. Per chi persevera, la multa può arrivare fino agli 8mila euro.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più