Lica1. Tre ragazzi napoletani creano la prima T-shirt che si colora al sole

Nella foto: Umberto – Salvatore – Luca

Napoli città dalle mille risorse e dalle mille idee. Uno dei settori che più affascina i giovani è quello della moda. Quella che vi raccontiamo è la storia di Luca, Salvatore ed Umberto, tre ragazzi che hanno cercato di dare una svolta alle loro vite, attraverso la creazione della prima C-SHIRT, una T-shirt che si differenzia dalle altre grazie alla sua particolare realizzazione che dà vita al nuovo nome che da T-shirt cambia in C-SHIRT, dando così vita al marchio Lica1. La particolarità sta nel fatto che è l’unica t-shirt con un’identità e con i disegni dei temi che si colorano appena esposti alla luce del sole. Non comuni maglie made in China o Vietnam dove spesso vengono sfruttate donne e bambini. Creazioni realizzate con materiali 100% italiani.

Iniziamo dal particolare nome che avete dato al vostro brand, perchè LicaOne?
In giro, spesso ci hanno chiesto:
– LICA1 è un insieme di lettere prese dai vostri nomi, Luca, Salvatore ed Umberto?
– Il numero 1 è perché siete stati i primi?
– Da cosa viene fuori LicaOne?

Per comprendere a pieno, tutto il suo significato bisogna fare un salto nella storia di questo magnifico animale, si perché il LicaOne è un animale. Questa splendida creatura, trova le sue origini nell’Africa orientale, il suo nome fa riferimento al mitologico Re Licaone figlio di Pelasgo e sovrano dell’Arcadia, che Zeus trasformò in lupo feroce a causa della sua empietà. La sua  è una specie gregaria, che caccia in branco e nella quale la COOPERAZIONE e l’ALTRUISMO raggiungono livelli notevoli rispetto alla grande maggioranza degli altri mammiferi sociali. E’ chiaro quindi, il motivo per il quale questa stupenda creatura si differenzia dalle altre del suo genere, per la propria attitudine nel cacciare in branco, per la totale dedizione al raggiungimento dell’obbiettivo (il pasto) esclusivamente grazie all’aiuto reciproco.
Ecco perché Il licaone riflette a pieno la nostra missione, cioè realizzare il nostro sogno, stringendo un patto che ci avrebbe uniti per sempre lungo il percorso di questa nuovissima avventura.

Come nasce la vostra idea?
Tutto è iniziato quando eravamo tre giovani ragazzi che, nonostante il nostro umile lavoro, nonostante la vita non ci facesse mancare nulla, ci sentivamo inghiottiti dalla routine della quotidianità, dal ripetersi di intere serate rinchiusi nella nostra tana (uno scantinato dove passavamo il tempo con il resto del branco giocando alla play, ascoltando musica, bevendo una birra). Ad un tratto abbiamo avvertito un’irrefrenabile esigenza, di impiegare il nostro prezioso tempo cercando di realizzare qualcosa che un giorno avrebbe fatto parlare di noi. Era arrivato il momento di abbandonare la tana ed il branco con il quale avevamo condiviso tanti momenti indimenticabili – era arrivato il momento di andare a caccia del nostro sogno come dei veri Licaoni. Era arrivato il momento di dare vita ad una nuova era così la storia del brand #LICA1 ha avuto inizio.

Con il vostro brand create delle t-shirt particolari, in cosa si differenziano dalle altre?
Questa è la domanda alla quale amiamo rispondere di più, in quanto è la differenza tra tutte le altre maglie incontrate sul mercato finora, che racchiude a 360° la nostra mission; 
La nostra non è una semplice maglia o meglio conosciuta come T-shirt, infatti la prima differenza la troviamo già nel nome da noi inventato che è C-shirt. Sì, hai sentito bene C-shirt!
Per qualcuno che non lo sapesse, il nome T-shirt, dato alla maglia di cotone, che incontriamo nella storia già dall’epoca Rinascimentale, nasce dal nome composto dalla lettera “T” (la forma appunto della maglia a forma di T) e da “shirt” (camicia). La nostra C-shirt invece prende il nome dal concetto da noi creato che è COOLorART, in pratica abbiamo dato alla maglia uno style COOL grazie ai colori vivaci dei nostri temi, unito all’arte, arte in quanto tutti i disegni che caratterizzeranno le nostre maglie, nascono in primis da un “tema” deciso in partenza da me Salvatore ed Umberto, il quale riflette un po’ le nostre vite, le passioni, le paure i nostri sogni e i nostri desideri, che in pratica sono un po’ gli stessi che accomunano tutti noi, tutto ciò trasferito nelle mani di artisti non noti, tatuatori, grafici ecc…. i quali grazie alle nostre indicazioni danno vita ai suddetti TEMI con disegni che nascono prima a mano e dopo vengono riportati in digitale;
Ognuno di essi ha un nome, come una vera e propria “opera d’arte”.
Inoltre abbiamo voluto dare attraverso il termine COOLorART un’impronta permanente delle nostre origini, in maniera un po’ criptica, difatti nella pronuncia del termine stesso, sembra di ascoltare una tipica parola Partenopea che è CULURAT;
L’altro elemento DISTINTIVO che posiziona in maniera marcata il nostro BRAND in una categoria del tutto NUOVA è la caratteristica di tutti i nostri disegni che, nascono in bianco e nero ma prendono letteralmente vita, diventando un’esplosione di colori, quando i raggi del sole si poggiano su di essi… Qualcuno le ha definite MAGICHE.

Dopo le C-Shirt quale sarà il prossimo passo?
Come ti spiegavo prima, #Lica1 con la sua C-shirt ha di diverso dagli altri praticamente TUTTO;
il nostro obbiettivo non è quello di gareggiare con gli altri brand nel campo della moda, non vuole seguire le stagioni Autunno/Inverno o Primavera/Estate creando capi diversi di anno in anno, bensì puntiamo a creare sempre di più nuovi temi, che possano essere legati alla musica, all’amore o temi di attualità come la politica, la cultura e lo sport, dando ai nostri seguaci, un qualcosa che vada oltre un semplice capo di abbigliamento;
per adesso la nostra prima C-shirt collection è caratterizzata da 4 “temi”:
– Luoghi come simbolo di appartenenza (abbiamo dedicato il primo dei 4 temi alla nostra terra Napoli, con un disegno del nostro magnifico Golfo, in completo stile pop art, come mai visto prima, in segno di gratitudine verso la nostra città, alla quale riconosciamo questo nostro spirito di inventiva e di arte e soprattutto di voler FARE, facendo disegnare un’eruzione dal cratere, che spesso qualche ignorante inneggia, non composta da lava e cenere bensì di soli colori che insieme al sole ricordano la nostra e amata Napoli (crediamo che quel gigante buono ci difenda bensì minacciarci);
– Viaggio, nei desideri di una donna (il secondo tema è stato dedicato alla DONNA, verso la quale abbiamo una vera e propria adorazione, facendo disegnare una Geisha, simbolo famosissimo della cultura Orientale, la quale racchiude nella sua storia, secondo appunto il nostro viaggio, un po’ la storia di tutte le DONNE, Geisha che però si riconosce nel disegno, maggiormente per il senso di spensieratezza che l’espressione del soggetto trasmette e per l’abito floreale e colorato, tipico delle Geishe Giapponesi, mentre abbiamo dato ai tratti somatici della donna, una linea che si avvicina di più a quella tipica Occidentale e dietro, nello sfondo del tema dei colori caldi e tenui di un sole al tramonto);
– Natura, il destino di un pianeta (con questo disegno, abbiamo voluto trattare un argomento che ci sta molto a cuore e soprattutto delicato come “l’inquinamento del pianeta” che sta portando il destino di noi tutti verso un brutto e pericoloso sentiero, questo disegno presenta in risalto un simbolo provocatorio “la Marijuana” dietro il quale si cela un nostro piccolo punto debole, ma che non abbiamo voluto nascondere, a dimostrazione del fatto che nei disegni c’è la nostra vita del tutto trasparente, senza filtri, foglia disegnata nel suo VERDE naturale con dietro un mondo fatto solo ed esclusivamente di magnifici colori, il tema l’unico caratterizzato anche da parole, presenta la frase : HELP YOUR WORLD – SAVE THE GREEN);
– Sogni, la maschera del riscatto (l’ultimo dei quattro temi è una sorta di nostra autobiografia, che racconta la nascita della C-shirt e la sfida che abbiamo voluto lanciare alla T-shirt, il tema è caratterizzato da un guerriero armato di fucile che rappresenta noi tre, con un volto metà mascherato e metà scheletro, senza mettere in risalto una fisionomia umana bensì rappresentando appunto quel che c’è dietro ognuno di noi e che è UGUALE AL RESTO DEGLI ESSERI UMANI, lo stesso guerriero che si accende una sigaretta come segno di soddisfazione per la guerra vinta e che si lascia alle spalle alcune T-shirt perforate dai colpi d’arma da fuoco, il tutto con un suggestivo sfondo di un’alba fatta di colori mozzafiato); 
Desideriamo che le persone non acquistino una semplice maglia, ma che scelgano un tema che rispecchi una loro identità; 
Ah giusto dimenticavo, mi avevi chiesto del prossimo passo devo farti però una piccola premessa, Io Salvatore ed Umberto, siamo tre ragazzi, che abbiamo un nostro umile lavoro e tutto ciò, LICA1, la C-shirt ecc… nasce con lo scopo primario di realizzare qualcosa che faccia parlare di noi, del popolo Napoletano e soprattutto con l’obbiettivo di dar seguito ad un sogno, nato da un piccolo garage, proprio come la storia di Jobs, un’azienda che possa un giorno dare lavoro a tante persone ed esportare sempre di più il MADE IN ITALY e l’originalità che contraddistingui noi Napoletani in tutto il mondo. Avremmo potuto far nascere l’azienda in Bulgaria ed acquistare i materiali in Cina, ma un’altra sfida che abbiamo accettato è proprio questa, quella di lasciare la ricchezza all’interno del nostro amato Bel Paese e di alimentare tutta la catena produttiva della nazione. Dunque il prossimo passo o forse oserei dire il nostro sogno, sarebbe quello di veder nascere tanti piccoli store #LICA1 come le catene Hard Rock e nel quale veder vendere SOLO ed ESCLUSIVAMENTE C-shirt, dunque se qualche investitore ci sta leggendo, si faccia avanti.

Quanto è difficile oggi aprire un’attività come la vostra?
Sai Nunzio, così d’impulso mi verrebbe da dire che è molto ma molto DIFFICILE !
Ci si perde tra le scartoffie infinite della burocrazia, tra il notaio e il commercialista, la registrazione del marchio, l’incubo della partita iva e (rullo di tamburi) ……… le tasse! Ma vorrei sfatare questo tabù, spronando tutti i giovani che hanno voglia di realizzare un qualcosa, mettendosi in proprio e vincere nel mondo del business dicendogli che tutti i fantasmi che ho appena elencato, esistono e non lo nego, ma non fanno altro che parte di una serie di ostacoli e difficoltà che basta affrontare con il SACRIFICIO e il LAVORO, in merito alle tasse poi, tranquilli perché se un giorno pagherete un mucchio di tasse con la vostra società, vorrà dire che state fatturando un sacco….. quindi auguro tante tasse a tutti!

Per chi come voi ha il sogno di iniziare un’attività da zero, quali sono i consigli che gli dareste?
Qui mi ricollego un po’ a quanto già ti ho detto e anche alla domanda precedente; 
Il sogno è solo l’inizio, la spinta…. Io lo chiamo il calcio nel culo, sai quello che ti fa balzare come se ti svegliasse da un letargo lungo una vita. Il consiglio principale che mi sento di dare è quello di studiare tanto!
Attenzione per studio non intendo solo ed esclusivamente andare all’università. Viviamo un’epoca che all’apparenza sembra disastrosa da un punto di vista del lavoro e dell’economia, però mi sento di dire che spesso questa pappardella recitata un po’ ad unisono è l’alibi dei fannulloni e degli svogliati, che tendono a far ricadere sugli altri la colpa dei loro mancati successi, è vero è difficile, spesso sembra veramente che non ci sia via d’uscita, che arrendersi sarebbe la cosa più giusta da fare pur che combattere un sistema contorto e aimè a volte corrotto e pure io Salvatore ed Umberto, siamo la dimostrazione che attraverso lo spirito di collaborazione e di grande sacrificio, i risultati arrivano!
La nostra società è composta solo ed esclusivamente da noi, quando iniziammo eravamo 3 sprovveduti, ma la voglia di far bene ci ha spinto oltre i nostri limiti ed oggi riusciamo ad occuparci da soli di, contabilità, logistica, web-marketing, copy e di tutte le altre migliaia di attività che caratterizzano un’azienda, con attrezzature reperite dalle nostre case (un PC; una stampante; qualche block-notes; una manciata di penne) quindi il mio consiglio, così come ripeto fin allo sfinimento sempre ai ragazzi è …. Leggete & scrivete, fatelo come se non ci fosse un domani, abbeveratevi dalla fonte primaria che è la RETE, disponibile 24 h su 24 e ricca di risorse e nozioni infinite che permette, VERAMENTE a TUTTI di apprendere a costo 0 tutto quello che c’è da sapere in qualsiasi ambito e di piantare le basi per il successo e la realizzazione.

La storia di questi tre giovani napoletani è l’esempio che i sogni possono diventare realtà grazie alla voglia di fare che contraddistingue i napoletani.

Potrebbe anche interessarti