Ligabue, bagno di folla a Chiaia: “Per raccontare Napoli la devi conoscere”

Bagno di folla ieri a Napoli per Luciano Ligabue che, al Metropolitan di via Chiaia, ha presentato la sua ultima creatura cinematografica “Made in Italy” già campione d’incassi ai botteghini.

Insieme al rocker di Correggio anche la protagonista femminile del film Kasia Smutniak e il produttore Domenico Procacci, produttore anche di “Gomorra” e che in questi mesi è impegnato impegnato tra Napoli e Caserta per la serie televisiva ispirata a “L’amica geniale”, “The Neapolitan Novels“.

Luciano Ligabue è parso come sempre in gran forma e non si è risparmiato ai taccuini dei giornalisti. Tra le domande, una che riguardava la possibilità di fare un film a Napoli. Questa la risposta, riportata da Repubblica: “Che la scena cinematografica italiana sia Napoli è fuori discussione, così come che stia facendo cose molte belle. Ma per raccontare Napoli bisogna conoscerla. Un film come “Indivisibili” è difficile farlo se non conosci a fondo questa realtà. Non riesco a fare film di cose che non conosco, racconto il mio mondo. Un pezzetto di Napoli però in “Made in Italy c’è: è il bravo montatore Giogiò Franchini“.

Il nuovo film ha come protagonista Riko, un uomo di 50 anni cresciuto in una cittadina emiliana. Operaio in un salumificio ha sposato, molto giovane, la parrucchiera Sara. Si tratta di un uomo onesto, ma che si trova ad affrontare una vita preimpostata, Può però contare su un gruppo di amici veri e sull’amore della moglie. Ha un figlio universitario, ma che è arrabbiato con il mondo del suo tempo. Riko perde le sue certezze che fino a quel momento, lo avevano fatto tirare avanti, ma capisce che è il momento di riprendere in mano la sua vita per una svolta, anche se il tempo passa.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più