La città di Napoli derisa dal Tg1 nonostante la buona notizia

napoli

Insomma, persistono gli attacchi contro la città di Napoli: questa volta a deriderla e a farci satira non è una città d’Italia ma la televisione che, torna in campo pronta a diffamare persino le buone iniziative.

La redazione di Vesuviolive.it ha spesso ricevuto delle critiche nel momento cui ha messo sotto i riflettori i numerosi attacchi, nonchè sfottò a danno della nostra meravigliosa città, qualcuno ha addirittura pensato che il nostro fosse un modo per ampliare l’odio, altresì le spaccature o le divergenze come le si vuole chiamare; ebbene no, l’obiettivo di tale informazione, risiede nell’informazione stessa: è importante che si prenda consapevolezza di quanti attacchi noi del meridione siamo costretti a subire e non perchè desideriamo che gli stessi attacchi possano riceverli altre regioni – no -, anzi, desideriamo un’unione, un rispetto reciproco che possa tener conto della dignità dei cittadini napoletani, altesì di tutto il territorio meridionale: costretti a subire assiduamente, vuoi per i giornali, vuoi per la televisione, attacchi che denigrano città che sarebbero belle anche a luci spente.

Conoscete l’ultima?  L’ultima riguarda i biglietti per i Mondiali di Brasile 2014, come racconta il portale Napolistyle.it. Cosa c’entrano le critiche con i Mondiali in  Brasile? C’entra, ora vi spiegheremo perchè.  Una nota azienda di Arzano, leader nel settore intitolato Gepp, è specializza nello sviluppo di sistemi operativi per passaporti elettronici, e non solo, anche per ciò che riguarda l’intera sicurezza applicata alle realtà di trasporti pubblici, altri – bigliettazione elettronica – . Pertanto, i loro biglietti non possono essere falsificabili nè è possibile contraffarli.

Voi direte: “beh, è una bella notizia”, assolutamente, fin qui non ci piove, ebbene, nonostante la bella notizia c’è chi come il Tg1  ha avuto il coraggio di denigrare la città di Napoli, esordendo: “Nel paese di “Io speriamo che me la cavo”, c’è anche una bella realtà”. E’ possibile che su ogni bella notizia che riguarda Napoli o il meridione c’è sempre chi deve esordire con una battuta, denigrando attraverso satira ciò che possono e può offrire l’intero meridione?. Ma non finisce così! La notizia della non falsificabilità dei biglietti è stata riportato anche sull’“Espresso“, affermando: “Un’azienda specializzata nello sviluppo dei sistemi operativi anti-contraffazione in pieno regno della contraffazione”.

A questo punto vi domando, è giusto restare indifferenti dinanzi a questi numerosi attacchi? E’ giusto che la città di Napoli come il meridione debba essere continuamente etichettata da chiunque? Eppure, pensandoci, noi cittadini siamo sia la causa che l’effetto. La consapevolezza che a Napoli regna la camorra e che la delinquenza è radicata presso l’intero territorio, dinanzi agli occhi di chi vuole vedere e chi non, ci rende deboli, delle volte indifferenti ed omertosi. Qualcuno direbbe è ciò che meritiamo, certo, ad ogni scelta se ne paga una conseguenza: ma noi di Vesuviolive.it non ci stiamo, non ci stiamo perchè ogni giorno siamo pronti a parlare delle bellezze di Napoli e dell’intero territorio campano, sempre in maniera oggettiva – si spera -, considerando anche quelli che possono essere gli aspetti negativi: dalla consapevolezza di ciò che non abbiamo e che potremmo avere nasce il progresso.

Vi lasciamo con tale citazione: “Il progresso è impossibile senza cambiamento e chi non può cambiare idea non può cambiare nulla”. ( George Bernard Shaw )

Potrebbe anche interessarti