Napoli, la denuncia: “Mia figlia vittima di una setta satanica, ha dato 316 mila euro”

sette satanicheNapoli – Donna di 83 anni è preoccupata per la figlia. Sembrerebbe che la 38enne infatti abbia elargito oltre 300 mila euro per delle sette sataniche del centro Italia.

Si tratta di una donna residente nella zona di Napoli Nord che negli ultimi mesi, data la sua preoccupazione, ha richiesto l’intervento della Procura di Napoli Nord. “Mia figlia ha urgente bisogno d’aiuto, sono certa che è vittima di sette sataniche alle quali ha elargito 316 mila euro“. Queste sono le parole con cui ha presentato la sua denuncia.

Dopo tale denunzia, la Procura di Napoli ha richiesto l’intervento alla Procura di Perugia. Infatti a quanto pare la setta satanica in questione opererebbe al Centro del nostro paese.
Una notizia scioccante perché la donna avrebbe elargito ben 316 mila euro per questa causa. Una enormità.
A questo punto viene spontaneo chiedersi da dove abbia ricavato questi soldi. A quanto pare provengono dalle vendite di alcuni beni familiari come ville e garage, lasciando sul lastrico la famiglia.

Tutto questo fa accapponare la pelle. I rituali satanici sono noti per la loro crudeltà e la loro violenza. Sono dei riti tradizionali che vengono dal passato e che scaturiscono orrori come animali sacrificati o bambini violentati.
Purtroppo negli ultimi anni in Italia se ne parla poco, ma ci sono tanti casi.
Infatti il numero verde anti sette sataniche della Comunità Giovanni XXIII riceve oltre 15 telefonate al giorno da parte di vittime. Per un totale di oltre 5000 casi l’anno.

Si spera che si possa far luce sulla questione perché questo è un mondo oscuro e pieno di violenze che i media difficilmente trattano. Questo succede perché le sette si muovono molto bene senza farsi notare, ma se tutte le vittime si unissero in coro per dare voce alla loro storia, allora sì che qualcosa potrebbe cambiare.

Potrebbe anche interessarti