Orgoglio napoletano: l’Unione Europea premia due ricercatori della Federico II

Università Federico IIGrande orgoglio campano: due giovani talentuosi ricercatori dell’Università Federico II hanno vinto la competizione ERC Starting Grants, il prestigioso bando per l’aggiudicazione di finanziamenti per la ricerca dello European Research Council.

Si tratta di Roberta Marchetti del dipartimento di Scienze Chimiche, e Andreas Best, del dipartimento di Fisica. La competizione permette di assegnare a 408 ricercatori di tutto il mondo 621 milioni di finanziamenti messi a disposizione dall’Unione Europea.

La Federico II è l’unico ateneo del Sud ad aver conquistato i finanziamenti con due giovani eccellenze. Come si legge su Repubblica.it, Roberta Marchetti spiega quale sarà la sua ricerca: “Vogliamo modulare le funzioni di alcuni recettori immunitari per combattere le infezioni batteriche senza antibiotici”.

Andreas Best è invece un ricercatore di Fisica nucleare e subnucleare, concentra i suoi studi sull’astrofisica nucleare che scioglie i nodi sull’evoluzione dell’universo e, in particolare, sull’energia che si produce nelle stelle. Tedesco per nascita, è stato adottato dall’Italia e da Napoli. Dopo aver intrapreso rapporti con alcuni docenti della Federico II è stato arruolato dall’ateneo napoletano.

Anche Andreas spiega il suo progetto: “Il mio progetto ha ottenuto un finanziamento di 1 milione e 400 mila euro e punta a capire come funzionano le stelle e come producono tutti gli elementi nell’universo”. Racconta del suo rapporto con Napoli: “Certo la situazione della ricerca in Italia non è facile ma Napoli è il luogo migliore per le mie ricerche. Qui c’è, in questo settore, un gruppo di scienziati molto forte, ricercatori bravissimi. E c’è il laboratorio del Gran Sasso grazie al quale portiamo avanti i nostri studi”.

Il rettore della Federico II Gaetano Manfredi spiega che c’è anche un terzo ricercatore che si è aggiudicato un’importante finanziamento a Napoli: “Un altro dei vincitori del finanziamento del Consiglio europeo della ricerca è un matematico che abbiamo chiamato da Grenoble. Ha presentato il suo progetto quando era in Francia, ma adesso è a Napoli, già da qualche mese e dunque il Grant è qui. Abbiamo dunque vinto 3 Erc  un risultato veramente eccezionale e unico nella nostra storia”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più