Coronavirus, nuovi macchinari per velocizzare l’analisi dei tamponi: avviati i test

Avviata la sperimentazione di nuovi macchinari per velocizzare l’analisi dei tamponi per il Coronavirus. Si tratta di strumenti impiegati per le analisi che usano dei reagenti di cui si dispone in abbondanza. Molto presto si avrà una risposta e si potrà stabilire se funzionano oppure no. I test su questi nuovi macchinari sono in atto all’Ospedale Cotugno di Napoli, all’Asl di Caserta e all’Asl Napoli 3 Sud.

A spiegare la nuova frontiera per aumentare il numero dei tamponi e velocizzare la risposta delle analisi è Ugo Trama, membro della centrale acquisti della task force della Regione Campania contro il Coronavirus.

“In diversi ospedali della Campania – dichiara Trama a LaRepubblica – ci sono altre apparecchiature che possono fare i tamponi per il covid19 usando reagenti diversi e che abbiamo in abbondanza. Li stiamo testando e presto avremo una risposta.

Si tratta di macchinari per le analisi che usano dei reagenti di cui abbiamo larga disposizione, cosa che potrebbe aiutarci visto che sul mercato le sostanze per rivelare i virus vengono ripartite dalle case farmaceutiche secondo quote fisse alle regioni italiane. La sperimentazione è in atto al Cotugno di Napoli, all’Asl di Caserta, e all’Asl Napoli 3 Sud. Aspettiamo i risultati per capire se sono del tutto affidabili”.

Potrebbe anche interessarti