Napoli, cittadinanza onoraria all’ex direttore del Cervantes Josè Vicente Quirante Rives: “Amo questa città”

rives cittadinanza onoraria
Foto Comune di Napoli

Napoli ora ha un cittadino onorario in più. Si tratta dello spagnolo Josè Vicente Quirante Rives, ex direttore dell’Istituto Cervantes del capoluogo partenopeo, che ha ricoperto la carica per cinque anni dal 2005 al 2010. La cerimonia di conferimento si è svolta sabato nella Sala dei Baroni del Maschio Angioino alla presenza del sindaco Luigi de Magistris.

Il professore (che ha anche un passato come avvocato) ha un amore sconfinato verso la città. Nel 2003 infatti fonda in Spagna una casa editrice e la chiama ‘Partenope’. La casa editrice si occupa di narrativa meridionale italiana e pubblica, tra gli altri, testi di Mimì Rea e Raffaele La Capria. Ma Napoli è anche al centro di molte sue pubblicazioni come ‘L’averno e il cielo – Napoli Spagnola’ ed ‘Elogio del caffè al bar’. Un rapporto con la città viscerale come sottolineato da Josè Vicente Quirante Rives e che ora si concretizza con la cittadinanza onoraria.

Queste le sue parole diffuse in un filmato del Comune:

“Per me è il riconoscimento più grande della mia vita perché da 25 anni dedico i miei sforzi a Napoli, con la mia scrittura, con la casa editrice, con gli eventi e con le mostre, con la direzione del Cervantes. E’ la mia città preferita. Insomma tanti aspetti che si fondono in un’unica cosa: la passione napoletana. Mi colpisce la sua vitalità, il suo mix di natura senza pari e storia, è al centro del Mediterraneo. Una città senza fine nella quale trovo sempre nuovi stimoli” .

Parole al miele quelle pronunciate da Josè Vincente Quirante Rives nel corso della cerimonia per il conferimento della cittadinanza onoraria e riportate anche da ‘La Repubblica’:

“Parafrasando un principe napoletano [Totò, ndr], sono parte spagnolo e parte-nopeo. Sono un napoletano che cammina, ho voluto perdermi nella folla per ritrovarmi, perdermi nel labirinto partenopeo senza biglietto di ritorno. Ho conosciuto Napoli 30 anni fa e mi ha catturato subito”.

Potrebbe anche interessarti