Covid, Mastella: “Rischiamo la tragedia. Occorrono chiusure locali e mirate”

Covid – Mastella chiede chiusure mirate. I casi in Italia e in Campania aumentano sempre di più, gli ospedali sono sempre più saturi di malati covid e anche quelli adibiti ad altro stanno diventando covid center. La situazione rischia di degenerare e crollare a picco, è questo il messaggio che lancia il sindaco di Benevento Clemente Mastella sul proprio profilo Facebook riguardo alla situazione covid nel Paese:

Sono più di 3000 i contagiati in Campania oggi. Non si regge più, ma la percezione del pericolo sanitario ancora non si ha e rischiamo la tragedia. C’è un divario di percezione tra il rischio sanitario e l’amplificazione di quello economico.

Il bivio storico è: se si spinge sulla leva coraggiosa ma complicata per contenere i contagi, ormai sfuggiti di mano, si danneggia l’economia, e invece senza contenimenti saltano le strutture sanitarie con conseguenze spaventose. Anche da noi inizia ad essere così .

Noi però, siamo il paese che ha la quantità di lavoratori autonomi più alta in Europa, ed abbiamo un sommerso economico senza tutele. Allora occorre che i ristori siano celeri attenuando le conseguenze sociali della chiusura. Debbo dire però che se non ci saranno provvedimenti aggressivi in alcune realtà la situazione volgerà al peggio e tornerà dove nessuno vorrebbe, cioè alla primavera. Occorrono quindi chiusure locali e mirate.

Ps . Ho dato possibilità di onorare, come è tradizione, i nostri defunti. Ma se dopo il primo giorno il report dei vigili mi dirà che non c’è stato distanziamento ma assembramento, chiudo il cimitero. Ognuno sia responsabile e mi raccomando si esca solo quando è necessario“.

 

Sono più di 3000 i contagiati in Campania oggi. Non si regge più. Ma ancora la percezione del pericolo sanitario non si…

Pubblicato da Clemente Mastella Sindaco su Giovedì 29 ottobre 2020

 

Potrebbe anche interessarti