Jorit, nuovo murales a Bagnoli: il “campetto bruciato” diventerà un campo da basket con il volto di Pablo Hasèl

jorit murales bagnoli
Foto pagina Facebook Jorit

A Bagnoli Jorit, con il sostegno di Sergio Lomasto e la St. Louis Academy, ha ridato vita allo spazio privato soprannominato il “campetto bruciato” un’ex pista da pattinaggio data alle fiamme 30 anni fa e da allora nel degrado. Negli anni quello spazio è divenuto un campo per accese partite di calcio, uno spazio attrezzato per i bambini e ora verrà trasformato in un campo da basket.

Il recupero e la riqualificazione di tale spazio mira, grazie all’aiuto di Sergio Lomasto, ex cestista e arbitro e alla St. Louis, a creare uno spazio a disposizione della comunità.

A dare nuova vita al campo da basket è stato scelto lo street artist Jorit, che da tempo si sta dedicando alla realizzazione di murales con volti importanti del nostro passato, ma anche del nostro presente, per fa rinascere la città di Napoli.

Jorit questa volta ha scelto il volto di Pablo Hasèl, il rapper arrestato alcuni giorni fa a Barcellona per dei tweet che attaccavano la monarchia spagnola e le forze dell’ordine. Nella capitale catalana, dal giorno del suo arresto, sono scoppiate numerose rivolte e 110 persone sono finite in carcere.

Pablo Hasèl come cantante si è sempre schierato in maniera forte prendendo posizione a favore dei lavoratori, mettendosi dalla parte degli studenti, dello stato sociale, della scuola e della sanità pubblica.

“Ogni persona ha diritto alla libertà di espressione. Tale diritto include la libertà di opinione e la libertà di ricevere o di comunicare informazioni o idee senza ingerenza alcuna da parte delle autorità pubbliche, e senza considerazione di frontiera”, si legge nel murales.

“Ogni persona ha diritto alla libertà di espressione. Tale diritto include la libertà di opinione e la libertà di…

Pubblicato da Jorit su Domenica 21 febbraio 2021

“Nel 2017 nasce quello che per me era un sogno, sono riuscito a rilevare questo posto con dei sacrifici che però oggi prendono inizio – dichiara Sergio Lomasto in un’intervista – Quindi parte questo progetto grazie alla collaborazione di Jorit, che ha avuto un tema inaspettato ma che poi ho condiviso che è la libertà di parola. Questo progetto vuole essere una rinascita per il quartiere di Bagnoli a cui mancavano dei luoghi aggregativi per i ragazzi, degli spazi fruibili da tutti. Questo spazio lo vogliamo donare a tutti prima simbolo del degrado, oggi simbolo del riscatto”.

“Prendiamoci cura di questo posto, perchè una volta che verrà messo a posto ha bisogno di essere custodito e amato. Noi lo sistemiamo però poi tutti quanti dobbiamo prendercene cura”, conclude Jorit.

Pablo work in progress 🎨🎨🎨

Pubblicato da Jorit su Domenica 28 febbraio 2021

Potrebbe anche interessarti