MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

Luxuria vs De Luca: “Fa lo sbruffone sul Ddl Zan. Il bullismo comincia alle elementari”

Le dichiarazioni di De Luca sul ddl Zan, com’era prevedibile, hanno scatenato una vera e propria tempesta mediatica: a scagliarsi contro il governatore della Campania anche la nota attivista Vladimir Luxuria.

Il tutto è nato da alcune frasi pronunciate da Vincenzo De Luca dal palco della Festa dell’Unità di Bologna “Io il ddl Zan, così com’è, non lo avrei votato, è chiaro? E poi si parla di una giornata di riflessione sull’omotransfobia alle elementari? Ma andate al diavolo, andate al diavolo, non sono d’accordo. Va bene se la facciamo per le scuole superiori. Quando si parla di temi come questo, ci vuole grande misura”.

Uno dei punti più divisivi del testo del ddl Zan è proprio quello che riguarda la lotta all’omofobia nelle scuole. In occasione della Giornata Internazionale contro l’omofobia e la transofobia, che ricade il 17 maggio, sono infatti previste iniziative nelle scuole di ogni ordine e grado, comprese le elementari. Un punto che il centrodestra ha combattuto per modificare, e che non può contare neanche sull’appoggio dei Dem.

In seguito alle parole forti di De Luca, l’attivista Vladimir Luxuria ha deciso di dire la sua, in modo altrettanto diretto, con un tweet: “#DeLuca fa lo sbruffone sul #DdlZan dimostrandosi contrario al principio costituzionale della laicità e incapace di affrontare seriamente il tema del bullismo che comincia purtroppo proprio dalle elementari. A far sempre il bastian contrario si guadagnano solo titoli sui giornali”.