Tragedia nel Beneventano, 19enne si spara alla testa: era stato rimproverato dal padre

Tragedia a San Salvatore Telesino, nel Beneventano. Un giovane di 19 anni si è sparato un colpo di pistola alla testa dopo aver litigato col padre.

Le sue condizioni sono gravissime, il ragazzo lotta tra la vita e la morte all’Ospedale del Mare di Napoli, dove ieri è stato trasferito in eliambulanza dopo esser stato ricoverato all’ospedale San Pio di Benevento.

San Salvatore Telesino, 19enne è grave

Il fatto sarebbe accaduto all’alba, intorno alle 4.30. Dalle prime ricostruzioni è emerso che il 19enne avrebbe trascorso il sabato sera a Telese Terme, al rientro i genitori lo stavano aspettando in ansia per l’orario.

Secondo indiscrezioni sarebbe nata una lite dopo un rimprovero da parte del padre, da qui il giovane avrebbe preso la pistola del genitore, regolarmente detenuta, e si sarebbe sparato alla testa. Il giovane è stato soccorso dagli operatori sanitari del 118 e trasportato subito in ospedale.

I Carabinieri della Compagnia di Cerreto Sannita hanno provveduto a sequestrare l’arma. Sull’accaduto indagano i militari e la pista del suicidio, dopo il rimprovero, sarebbe la più seguita. I carabinieri stanno indagando sul caso e stanno ascoltando i familiari del 19enne per cercare di ricostruire le ultime ore del ragazzo.

Potrebbe anche interessarti