Emergenza Ucraina, ordinanza di De Luca: chi gestirà e come l’arrivo dei profughi

Emergenza Ucraina. E’ stato istituito un comitato per gestire l’arrivo massiccio di profughi dall’Ucraina. Un’ordinanza della Regione Campania stabilisce che esso è costituito oltre che dal Presidente De Luca, anche dal Prefetto di Napoli, dal Questore di Napoli dal presidente dell’Anci e dai direttori generali per la protezione civile, la sanità, la mobilità, e le politiche sociali.

Il Governatore della Campania Vincenzo De Luca, ha emanato le prime disposizioni in attuazione dell’Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione civile 4 marzo 2022, n. 872 (“Disposizioni urgenti di protezione civile per assicurare, sul territorio nazionale, l’accoglienza il soccorso e l’assistenza alla popolazione in conseguenza degli accadimenti in atto nel territorio dell’Ucraina”).

Emergenza Ucraina, istituito un comitato

VISTA la deliberazione del Consiglio dei Ministri del 25 febbraio 2022, con la quale e` stato dichiarato, fino al 31 dicembre 2022, lo stato di emergenza al fine di assicurare soccorso ed assistenza, sul territorio nazionale, alla popolazione ucraina in conseguenza della grave crisi internazionale in atto;

VISTA la deliberazione del Consiglio dei Ministri del 28 febbraio 2022, con la quale e` stato disposto che, per l’organizzazione ed attuazione degli interventi urgenti di soccorso e assistenza alla popolazione proveniente dal teatro operativo, da effettuare nella vigenza dello stato di emergenza, ai sensi dell’articolo 25, comma 2, lettera a) del decreto legislativo n. 1 del 2018, si provvede con ordinanze, emanate dal Capo del Dipartimento della protezione civile, in deroga a ogni disposizione vigente e nel rispetto dei principi generali dell’ordinamento giuridico, nei limiti delle risorse di cui al comma 3;

VISTA l’Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione civile 2 marzo 2022, n. 870, con la quale, ai sensi di quanto disposto dalla menzionata deliberazione del Consiglio dei Ministri del 28 febbraio 2022, al fine di assicurare il concorso dello Stato italiano nell’adozione delle misure urgenti di protezione civile finalizzate a fronteggiare la situazione di emergenza determinatasi in Ucraina, si dispone che il Dipartimento della protezione civile, anche avvalendosi delle componenti, delle strutture operative e dei soggetti concorrenti di cui agli articoli 4 e 13 del decreto legislativo 2 gennaio 2018, n. 1, interviene a supporto delle autorita` competenti dell’Ucraina per garantire il soccorso e l’assistenza della popolazione anche in raccordo con l’Emergency Response and Coordination Center (ERCC) della Commissione Europea (DG-ECHO);

VISTA l’Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione civile 4 marzo 2022, n. 872, e, in particolare:

– l’art. 1, ai sensi del quale e` assicurato, da parte del Dipartimento della Protezione civile, il coordinamento del concorso delle componenti e strutture operative del Servizio nazionale della protezione civile nelle attivita` di soccorso ed assistenza alla popolazione proveniente dall’Ucraina, a seguito degli accadimenti in atto nonche´, da parte dei Presidenti delle Regioni e dei Presidenti delle Province autonome di Trento e di Bolzano,

Giunta Regionale della Campania

Il Presidente/Commissario delegato OCDPC 4 marzo 2022, n. 872

il coordinamento dei sistemi regionali di protezione civile nelle attivita` di cui ai successivi artt. 2, 3 e 4;
– l’art. 2, comma 1, ai sensi del quale i Presidenti delle Regioni e dei Presidenti delle Province autonome di Trento e di Bolzano, quali Commissari delegati, provvedono a coordinare l’organizzazione del concorso dei rispettivi sistemi territoriali di protezione civile negli interventi e nelle attivita` di soccorso ed assistenza alla popolazione proveniente dall’Ucraina, nel quadro di un piano di distribuzione nazionale, in relazione:

a) alla definizione logistica per il trasporto di persone, anche mediante idonei mezzi speciali ove necessario in considerazione delle condizioni personali rilevate, limitatamente al territorio di competenza e qualora le Regioni e Province Autonome ne siano provvisti;

b) alle soluzioni urgenti di alloggiamento ed assistenza temporanee, provvedendo in sussidiarieta` nelle more dell’individuazione delle soluzioni di accoglienza o per persone in transito, da parte delle Prefetture – Uffici territoriali del Governo, nel quadro del piano di distribuzione nazionale;

c) all’assistenza sanitaria nei riguardi di persone;

d) all’assistenza immediata degli ingressi nelle regioni di confine delle componenti e delle strutture operative del Servizio nazionale della protezione civile, nonche` di soggetti attuatori, che agiscono sulla base di specifiche direttive, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica;

– l’art. 2, comma 2, ai sensi del quale i Commissari delegati e le Province autonome, per le finalita` di cui al comma 1, operano nell’ambito delle forme di coordinamento con gli enti locali, le Prefetture – Uffici territoriali del Governo gia` previstE ai sensi delle rispettive normative di protezione civile, ovvero, ove mancanti, istituendo appositi comitati, da loro presieduti, all’interno dei quali sono presenti i rappresentanti dei soggetti suindicati nonche´ delle strutture operative dei sistemi regionali di protezione civile e dei gestori dei servizi pubblici;

– l’art. 2, comma 3, ai sensi del quale le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano possono utilizzare le strutture gia` allestite in attuazione di quanto previsto dall’art. 4, comma 1, del decreto legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27 e, a tal fine, fino alla scadenza dello stato di emergenza deliberato dal Consiglio dei Ministri in data 28 febbraio 2022, trovano applicazione le disposizioni previste dal secondo periodo del comma 2 del medesimo art. 4;

– l’art. 4, comma 1, ai sensi del quale, per la definizione ed attuazione delle procedure di cui all’art. 2, comma 1, i Commissari delegati possono individuare uno o piu` soggetti attuatori in relazione ai rispettivi ambiti territoriali e a specifiche aree di coordinamento;

Giunta Regionale della Campania

Il Presidente/Commissario delegato OCDPC 4 marzo 2022, n. 872

– l’art. 4, comma 2, ai sensi del quale, per fronteggiare gli oneri conseguenti alla realizzazione degli interventi e delle attivita` di cui all’art.2, comma 1, e` autorizzata l’apertura di apposite contabilita` speciali intestate a ciascun Commissario delegato o ad uno dei soggetti attuatori di cui al comma 1, all’uopo individuato;

VISTA l’Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione civile 6 marzo 2022, n. 873, con la quale, al fine di assicurare il coordinamento degli interventi di cui all’articolo 1 dell’OCDPC n. 872/2022, e` stata disposta l’istituzione, con provvedimento del Capo Dipartimento della Protezione civile, di una struttura di coordinamento nazionale, con sede presso il Dipartimento della protezione civile in Roma, articolata in Funzioni di supporto, nella quale siano rappresentate, con adeguato livello decisionale, le componenti e le strutture operative nonche´ i soggetti concorrenti di cui all’articolo 13, comma 2 del decreto legislativo 2 gennaio 2018, n. 1 e sono state emanate disposizioni di carattere sanitario al fine di assicurare la tempestiva assistenza ai soggetti provenienti dall’Ucraina con riferimento ai percorsi di vaccinazione da Covid-19 nonche´ alle ulteriori profilassi necessarie;

di dover adottare le misure organizzative necessarie all’attuazione dei compiti assegnati alla Regione Campania dalle menzionate disposizioni urgenti di protezione civile per assicurare l’accoglienza, il soccorso e l’assistenza alla popolazione in conseguenza degli accadimenti in atto nel territorio dell’Ucraina di cui all’Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione civile 4 marzo 2022, n. 872, in attuazione delle disposizioni di cui agli artt. 2, commi 1 e 2, nonche´ dell’art.4, commi 1 e 2 garantendo la tempestivita` ed appropriatezza degli interventi sul territorio campano;

VISTI

l’art. 32 della Costituzione;

RITENUTO

lo Statuto della Regione CAMPANIA;

il decreto legislativo 2 gennaio 2018, n.1; la legge regionale 22 maggio 2017, n.12;

SENTITO il Prefetto di Napoli;

Alla stregua dell’istruttoria compiuta con il supporto dalla Direzione Generale per i Lavori Pubblici e la Protezione Civile e della Direzione Generale per la Tutela della Salute e il Coordinamento del SSR, adotta la seguente

ORDINANZA

Giunta Regionale della Campania

Il Presidente/Commissario delegato OCDPC 4 marzo 2022, n. 872

1. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 2, comma 2 dell’Ordinanza del Capo Dipartimento Protezione Civile n. 872 del 4 marzo 2022 (“Disposizioni urgenti di protezione civile per assicurare, sul territorio nazionale, l’accoglienza il soccorso e l’assistenza alla popolazione in conseguenza degli accadimenti in atto nel territorio dell’Ucraina”) e` costituito il Comitato regionale per il coordinamento degli interventi e delle attivita` di soccorso ed assistenza alla popolazione proveniente dall’Ucraina, come di seguito composto:

a) Presidente della Giunta regionale della Campania, o suo delegato, che lo presiede;

b) Prefetto di Napoli o suo delegato, quale coordinatore delle Prefetture del territorio regionale;

c) Questore di Napoli o suo delegato;

d) Presidente dell’ANCI Campania o suo delegato;

e) Direttore Generale per i Lavori Pubblici e la Protezione Civile della Regione Campania, o suo delegato;

f) Direttore Generale per la Tutela della salute e il coordinamento del SSR della Regione Campania, o suo delegato;

g) Direttore Generale per la Mobilita` della Regione Campania, o suo delegato;

h) Direttore Generale per le Politiche Sociali e Socio-Sanitarie della Regione Campania, o suo delegato.

1.1. Il Comitato ha sede presso la sala EMERCOM di Protezione Civile Regionale, sita alla Torre C3 del Centro Direzionale di Napoli. Le relative sedute possono essere svolte anche in modalita` telematica;

1.2. Alle sedute del Comitato possono essere invitati a partecipare ulteriori soggetti di volta in volta individuati in relazione al tema trattato.

2. Ai sensi dell’art.4, comma 1 dell’Ordinanza del Capo Dipartimento Protezione Civile n. 872 del 4 marzo 2022 (“Disposizioni urgenti di protezione civile per assicurare, sul territorio nazionale, l’accoglienza il soccorso e l’assistenza alla popolazione in conseguenza degli accadimenti in atto nel territorio dell’Ucraina”), sono individuati i seguenti Soggetti Attuatori delle azioni previste dall’art.2, comma 1 dell’Ordinanza medesima:

2.1.dott. Italo Giulivo, Direttore Generale per i Lavori Pubblici e la Protezione Civile della Regione Campania, per le attivita` di cui all’art. 2, comma 1, lett b) dell’OCDPC n.

Giunta Regionale della Campania

Il Presidente/Commissario delegato OCDPC 4 marzo 2022, n. 872

872/2022 (soluzioni urgenti di alloggiamento ed assistenza temporanee, provvedendo in sussidiarieta` nelle more dell’individuazione delle soluzioni di accoglienza o per persone in transito, da parte delle Prefetture – Uffici territoriali del Governo, nel quadro del piano di distribuzione nazionale), con il supporto della dott.ssa Claudia Campobasso, Dirigente di staff con funzioni di supporto tecnico-amministrativo – Protezione Civile, Emergenza e post-emergenza della Direzione Generale per la Protezione Civile della Regione Campania anche per le finalita` di cui all’art.5 dell’OCDPC n. 872/2022;

2.2.avv. Giuseppe Carannante, Direttore Generale per la Mobilita` della Regione Campania, per le attivita` di cui all’art. 2, comma 1, lett.a) dell’OCDPC n. 872/2022 (definizione logistica per il trasporto di persone, anche mediante idonei mezzi speciali ove necessario in considerazione delle condizioni personali rilevate, limitatamente al territorio di competenza);

2.3. avv. Antonio Postiglione, Direttore Generale per la Tutela della salute e il coordinamento del SSR della Regione Campania per le attivita` di cui all’art. 2, comma 1, lett. c) dell’OCDPC n. 872/2022 (assistenza sanitaria nei riguardi di persone), anche avvalendosi dei Direttori Generali delle AASSLL campane e con il supporto dei seguenti dirigenti regionali:

-dott. Pietro Buono, Dirigente di Staff con funzioni di supporto tecnico-operativo presso la Direzione Generale per la Tutela della salute e il coordinamento del SSR della Regione Campania;

-dott. Ugo Trama, Dirigente di Staff con funzioni di supporto nella verifica delle performance degli enti del SSR – Rapporti con le Amministrazioni statali- Raccordo con l’Ufficio Speciale Vigilanza e Controllo delle societa` – Servizio Ispettivo sanitario e socio-sanitario presso la Direzione Generale per la Tutela della salute e il coordinamento del SSR della Regione Campania”;

-dott. Angelo D’Argenzio, Dirigente dell’UOD Prevenzione e igiene sanitaria – prevenzione e tutela della salute e della sicurezza negli ambienti di vita e lavoro – O.E.R. presso la Direzione Generale per la Tutela della salute e il coordinamento del SSR della Regione Campania.

I Soggetti Attuatori si avvalgono della collaborazione degli uffici e strutture regionali di rispettiva afferenza.

3. Il dott. Italo Giulivo, Direttore Generale per i Lavori Pubblici e la Protezione Civile della Regione Campania, e` individuato quale Soggetto Attuatore Coordinatore, responsabile della gestione unitaria delle azioni ed intestatario della contabilita` speciale di cui all’art. 4, comma

Giunta Regionale della Campania

Il Presidente/Commissario delegato OCDPC 4 marzo 2022, n. 872

2, dell’OCDPC n. 872/2022. E’ incaricato altresi` del raccordo operativo con le Prefetture campane e con il Dipartimento di Protezione Civile.

4. Il raccordo istituzionale con le Prefetture campane e` assicurato dall’Ufficio di Gabinetto del Presidente e dall’Assessore alla sicurezza, legalita` e immigrazione della Regione Campania, Pref. dott. Mario Morcone.

Le strutture ed uffici regionali assicurano ogni supporto eventualmente richiesto, per i profili di rispettiva competenza, ai fini delle attivita` oggetto del presente provvedimento.

E’ fatto obbligo ai soggetti attuatori di segnalare tempestivamente al Presidente/Commissario delegato ogni esigenza o questione rilevante ai fini delle competenti valutazioni e/o determinazioni, in attuazione delle disposizioni di cui all’OCDPC n.872 del 4 marzo 2022.

Le attività oggetto del presente provvedimento sono svolte senza oneri aggiuntivi a carico del bilancio regionale.

Il presente provvedimento e` notificato ai diretti interessati ed e` trasmesso al Dipartimento della Protezione Civile Nazionale, al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, al Ministero dell’Interno, al Ministero per la Salute, alle Prefetture della Campania, all’ANCI Campania, alle Direzioni Generali regionali e al BURC per la pubblicazione.

Potrebbe anche interessarti