Vento forte a Napoli: cadono alberi e calcinacci. Posticipata alle 18.30 la partita

Venti forti occidentali con raffiche nei temporali che possono raggiungere i 50 km orari. L’altro ieri la Regione Campania aveva diramato un avviso di allerta meteo per la giornata del 13 dicembre. Il Comune aveva scelto di chiudere i parchi e le scuole.

Forte il rischio di caduta di alberi e cornicioni. E in città sono tanti i rami che con la pioggia e il vento sono venuti giù. Questa è la situazione al Vomero, fuori allo Stadio Collana. La struttura sarà inaugurata martedì ma lo scenario al suo ingresso vede rami e un tronco di un albero bloccare l’accesso.

Foto di Chiara DI Tommaso

Un albero è caduto anche nel Parco Mascagna, sempre al Vomero. In questi giorni il Parco è invaso dalle casette di legno che vendono le decorazioni natalizie. In entrambi i casi, i tronchi sono caduti a notte inoltrata, non causando per fortuna danni a cose o persone. Responsabile il forte vento che a Napoli ha causato diversi disagi.

vento napoli albero caduto
Foto di Chiara DI Tommaso

Un’emergenza che ha coinvolto anche lo stadio San Paolo con la partita in programma oggi alle 18 che è stata per molte ore a rischio rinvio. In mattinata si è tenuto un sopralluogo dei Vigili del Fuoco per verificare che non ci fossero pericoli per gli spettatori e per i giocatori. Un drone ha sorvolato dall’alto l’impianto di Fuorigrotta. La forte pioggia e il forte vento che si sono abbattuti ieri sera su Napoli hanno causato infatti la caduta di calcinacci e tegole della copertura dello stadio. La riunione della commissione del Comune della città partenopea insieme al Gos ha valutato l’eventuale rinvio per gli spettatori. Il Parma, a quanto si apprende, è stato contrario a posticipare la gara. Si è decido quindi di posticipare l’inizio del match di 30 minuti. Napoli-Parma si giocherà quindi regolarmente alle 18.30.

 

Potrebbe anche interessarti