Coronavirus, a Milano un pizzaiolo napoletano regala pizze agli infermieri

Ancora una volta motivo di orgoglio per il Sud. Un pizzaiolo originario di Napoli, ma trasferitosi a Milano, ha dato vita ad una bellissima iniziativa, donando pizze appena sfornate agli operatori sanitari di Milano, stanchi dopo il durissimo lavoro di questi giorni.

Si chiama Nanni Arbellini ed è titolare insieme ad un socio della pizzeria “Pizzium” che si torva in via Procaccini  nel capoluogo lombardo. Queste le sue parole in un post su Facebook: “Leggevo di tanti infermieri che non stanno neanche mangiando. Alle 14 in via procaccini 30 prepareremo le pizze da portare agli ospedali coinvolti. Taggatemi qui sotto tutti quelli che conoscete che lavorano negli ospedali coinvolti, in modo da poter lasciare loro le pizze. Chiedo aiuto per la distribuzione, volontari raggiungetemi in via procaccini alle 13.30. Non cerco complimenti, solo volontari per portare le pizze, individuazione degli ospedali coinvolti e persone dell’ospedale a cui consegnare le pizze”.

Nanni ha dato vita ad una vera e propria associazione  insieme ad altri ristoratori. Questa ha preso il nome diUnione dei Brand della Ristorazione Italiana”, che vede la partecipazione di oltre 50 imprenditori della ristorazione milanese.

Queste le loro parole: “Esprimiamo il nostro senso comune decidendo di tenere aperti i nostri locali, aderendo all’invito del nostro sindaco Beppe Sala che richiama Milano al buon senso e invita a scongiurare atteggiamenti che possano generare eccessivo allarme, tra cui l’immagine di una città “spenta” in tutti i sensi, senza che ve ne sia l’effettiva necessità”. 

C’ è anche chi non ci ha creduto fin dall’inizio pensando fosse solo un modo per farsi pubblicità, lui è Francesco Valanzuolo, operatore del pronto soccorso di Milano. Si è dovuto ricredere velocemente tanto è che ha postato sul suo profilo uno splendido messaggio rivolto alla pizzeria.

Potrebbe anche interessarti