Video. “Portiamo 50 bambini di Scampia in vacanza: dateci una mano”

Il disagio delle periferie, a Napoli come in qualsiasi grande città, è un problema serio che va combattuto principalmente con politiche sociali. Lì dove le istituzioni non riescono a intervenire è fondamentale il volontariato, l’impegno di cittadini comuni che vogliono cambiare le cose, che cercano di dare un’opportunità anche a chi parte svantaggiato.

Particolarmente delicato è lavorare con i bambini, per i quali i momenti di svago e socializzazione sono essenziali e lo diventano ancora di più in estate, quando lontani dagli impegni scolastici e impossibilitati a frequentare un campo estivo molti di loro non sanno cosa fare, spesso restando per strada. È per questo che l’associazione Non Uno Di Meno, che opera a Scampia e lotta contro la dispersione scolastica, sta organizzando una colonia estiva per bambini.

Ecco quanto ci racconta Beatrice, una dei volontari:

“Poiché si tratta di almeno di 50 ragazzini vi è bisogno di una mano dal punto di vista economico oppure, per chi non ha la disponibilità, anche braccioli, salvagenti, giochi, generi alimentari (come pasta, olio, fette biscottate, e così via; tutto a lunga conservazione perché la colonia è a luglio) o qualsiasi altra cosa possa essere utile. I ragazzi saranno portati in Puglia e a seconda del budget saranno organizzate attività.

“L’associazione Non Uno Di Meno opera a Scampia e gestisce una scuola popolare per bambini e i ragazzi di elementari, medie e superiori. Due volte a settimana i volontari passano a prenderli sotto casa, si occupano di seguirli nei compiti ma anche di farli giocare. Vedendoli crescere i volontari hanno capito che è importante che, oltre a studiare, i ragazzi possano sentirsi apprezzati e seguiti.

“Di solito a Natale si organizza anche una festa per i più piccoli, in cui Babbo Natale porta i regali. La colonia serve appunto a far vivere loro un’esperienza che li faccia sentire appagati, faccia scoprire loro dei posti che altrimenti non potrebbero conoscere e li responsabilizzi. Saremo 4/5 volontari per circa 50 ragazzini, ma dei numeri non siamo ancora sicuri”.

L’Iban dell’associazione è IT77H0200803449000010399645 per chi voglia fare una donazione economica, mentre per pacchi, giochi o altre donazioni ci si può mettere in contatto con Beatrice al numero 3401879842, oppure inviandole un messaggio in privato su Facebook (trovate il suo profilo sotto).

Potrebbe anche interessarti