Villa comunale a Portici: tra incuria e bellezza

villa_comunale

La villa comunale di Portici è un complesso ricco di verde, di fronte al bosco reale. E’ meta di persone di tutte le età; la domenica per esempio molti sono i bambini che si recano alla villa per usufruire delle giostre vicine, molti sono gli anziani che amano leggere il giornale all’ombra di un albero comodamente seduti sulle panchine, ma molti sono anche i ragazzi che si recano alla villa per saltare una giornata di scuola  (la villa è infatti vicina al liceo scientifico Filippo Silvestri ).

Il problema che però grava sulla villa comunale è l’incuria: troviamo infatti aiuole malridotte e panchine fatiscenti o inutilizzabili.

panchina

Molte persone, assidue frequentatrici della villa hanno affermato che un altro grande problema è stata la tromba d’aria di qualche mese fa, che ha peggiorato ancor di più la situazione; molti sono, infatti, gli alberi caduti, le panchine che già rovinate, sono andate completamente distrutte e i simboli della villa gravemente danneggiati (come la targa in onore di  Marcello Candia, impreditore porticese che ha donato ingenti somme per curare gli ammalati e costruire un ospedale a Manapà).

Ciò ch rimane della targa in memoria di Marcello Candia

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più