Torre del Greco, compaiono panchine e portacenere. Si riaccende il sogno della Svizzera

panchina

E’ ormai passato quasi un anno dall’annuncio del sindaco di Torre del Greco, Ciro Borriello, di trasformare la nostra città in una città Svizzera, al Natale mancano infatti solo 22 giorni e tutti i torresi ricorderanno perfettamente l’annuncio fatto sulla sua pagina Facebook dal dottore di Via del Monte. Ciro borriello svizzera

Forse quella promessa è intenzionato a mantenerla il nostro primo cittadino? E’ recente l’installazione a Via Roma di diverse panchine, e fin qui non ci siamo stupiti più di tanto, se non fosse per la comparsa di un oggetto che, nella nostra città, non si era mai visto prima: il portacenere. E’ da anni che i fumatori sono costretti, nel migliore dei casi, a portarsi dietro quei portacenere tascabili o, nella peggiore delle ipotesi, buttare la cicca a terra. E adesso, prima delle feste natalizie, ne arrivano proprio in pieno centro storico che, insieme alle panchine, riaccendono le speranze per quel sogno chiamato “Svizzera”.

portacenere

Ma basta tornare per un attimo alla realtà per capire che si tratta forse un sogno ancora troppo lontano se si considera che in litoranea neppure quest’anno sono state installate le luminarie lasciando fuori dalle feste natalizie un’enorme fetta di cittadini e commercianti. Il problema è che forse in Svizzera non c’è il mare, quindi tutto torna.

Tralasciando però i disagi e le mancanze che ancora ci sono, e sono evidenti, si tratta di un segnale quantomai positivo e ci auguriamo che la cosa possa estendersi tutte le strade e le zone di Torre del Greco in modo che tale segnale diventi un reale passo in avanti verso una città più bella e più pulita.

Potrebbe anche interessarti