Il 27 ottobre si passa all’ora solare, ma potrebbe essere l’ultima volta

Ora legale si o no? È questa la decisione che a breve dovrebbero prendere tutti gli Stati dell’Unione Europea.

A dichiararlo è stato il Presidente della Commissione Europea Jean Claude-Juncker. Entro l’anno venturo gli Stati dovranno decidere se seguire l’ora solare, o mantenere l’ora legale, senza possibili cambiamenti futuri. Infatti secondo il presidente è giusto che ogni Stato decida quale “ora” seguire senza imposizioni.

Quindi se le cose stanno così, quella di ottobre, o meglio nella notte tra il 27 e il 28 ottobre, sarà l’ultima volta in cui dovremmo preoccuparci di arretrare di un’ora l’orologio.

L’ora legale venne introdotta in Italia nel 1966 per poi diventare norma europea nel 2001. Il motivo per il quale si decise di passare un’ora indietro nei periodi invernali, è stato proprio per permettere un’ora di sole in più di mattina presto ai cittadini, essendo in inverno le giornate più corte.

Ma dal 2019 non sarà più così. Quindi gli stati che vorranno optare per l’ora solare dovranno decidere entro il 31 marzo, mentre chi vorrà tenere l’ora legale entro il 27 ottobre 2019. Una decisione presa anche tenendo in considerazione un sondaggio condotto tra i cittadini di tutti i paesi europei. Dai risultati si evince che l’84% delle persone ritiene inutile dover cambiare due volte all’anno l’ora.

Ora la decisione spetterà agli Stati europei.

Potrebbe anche interessarti