Bastardi di Pizzofalcone, Marika Costabile: “Gassmann? Abbiamo fatto una cosa buffa…”

I bastardi di Pizzofalcone
Foto: Anna Camerlingo

Siamo a Battipaglia, in provincia di Salerno, per intervistare un’amica di Vesuviolive.it: Marika Costabile protagonista su Rai 1 della serie “I Bastardi di Pizzofalcone”. Incontriamo Marika nello show-room dell’Atelier Seta della stilista Valentina D’Alessandro, che ci ospita gentilmente per questa intervista dato che Marika è li per scegliere alcuni abiti da indossare in alcuni eventi cinematografici. Con lei anche Gino Vituperio e Rosaria Ascione, curatori d’immagine per Vitasc di Torre del Greco. Bella come sempre l’attrice reduce dal successo della prima serie de “I Bastardi di Pizzofalcone” e del film “Tonno Spiaggiato” di e con Frank Matano. Ci racconta qualche aneddoto sulla sua vita privata tra cinema, fiction e tanto altro ancora. 

Seconda stagione de “I Bastardi di Pizzofalcone”: com’è cambiata la serie e soprattutto il tuo personaggio? Veniamo da una prima stagione emozionante e ricca di successi, successi che continuano anche con questa seconda serie. Il pubblico infatti sta rispondendo bene e gli ascolti premiano la serie Tv. Il mio personaggio “Chanel” non è più la ragazzina che sveglia la mattina presto l’ispettore Lojacono (Alessandro Gassmann) con la sua musica ad alto volume, ma una ragazza che trascinerà Marinella (Alessia Lamoglia), figlia dell’ispettore Lojacono, a far baldoria per i locali più alla moda di tutta Napoli. Cosa che preoccuperà non poco l’ispettore. 

Foto centrale di Roberto Jandoli

Una serie che riscuote tanto successo non solo di pubblico, ma anche con riconoscimenti importanti, come al Festival Cinema e Fiction di Castellammare e al Roma Film Fest. Ci racconti di questi riconoscimenti e dell’emozione del red carpet?
I riconoscimenti fanno sempre piacere. Al Festival Cinema e Fiction di Castellammare di Stabia che si tiene nella splendida cornice del Castello Medioevale abbiamo ricevuto il premio come Migliori Attrici di fiction. Un premio che è andato all’intero cast femminile. Questo grazie al pubblico che ci ha amato dalla prima puntata e continua a farlo. Quest’anno sono stata ospite alla Festa del Cinema di Roma per il film “Ether” di Krzysztof Zanussi. Ho assistito poi alla prima del film di Edoardo De Angelis “Il Vizio della Speranza”. Ero lì come ospite e l’emozione è stata tanta nel fare il red carpet, immagino l’emozione delle attrici che presentano un loro film in concorso. Spero presto di essere non solo ospite ma la protagonista di un film in gara. 

Foto: Anna Camerlingo

Serie TV di successo (I Bastardi di Pizzofalcone) e un film con Frank Matano (Tonno Spiaggiato): dove ti vedremo prossimamente?
C’è qualcosa che bolle in pentola, ma al momento non posso dare anticipazioni. Posso solo dire che ci vedremo molto presto. Ovviamente visto il grande successo spero possa esserci una terza serie de “I Bastardi di Pizzofalcone”. Già molti mi chiedono se sia in programma, per questo dobbiamo attendere. Spero di sì.

Marika Costabile con Gino Vituperio e Rosaria Ascione curatori d’immagine per Vitasc di Torre del Greco

Più volte nelle nostre interviste abbiamo ricordato le tue origini di Torre del Greco. Quando torni in città, la gente ti riconosce per strada? Cosa ti dice?
Mi fa sempre piacere tornare nella mia città, la gente mi riconosce per strada, nei locali torresi (camminare per strada con lei è un continuo fermarsi per salutare tante persone, ndr). Questo mi fa piacere perché significa che il pubblico ci ha seguito e si ricorda di te, quindi che hai trasmesso delle emozioni. Oggi non mi riconoscono solo nella mia città, ma anche a Napoli e a Roma. Ho incontrato amici che non vedevo da tempo e mi dicono che sono contenti che la mia più grande passione, la recitazione, sia diventata realtà.

Lo scorso anno ci hai raccontato come aneddoto un bellissimo gesto di Gassmann. Quest’anno invece? Quest’anno di episodi particolari non ne sono successi molti, solo una volta mentre durante un cambio di macchina o  un cambio luci, comunque mentre si allestiva il set per una nuova scena, nell’attesa di ciò ricordo che io e Alessandro Gassmann ci siamo scattati delle foto molto buffe, facendoci delle smorfie cose divertenti. Foto che ovviamente custodisco gelosamente. 

Potrebbe anche interessarti