Ercolano, donna arrestata con 12 chili di esplosivo in casa: cosa doveva farci

carabinieri
Carabinieri

Una donna di Ercolano è stata arrestata poiché possedeva 12 chili di esplosivo che custodiva in casa. Una condotta estremamente pericolosa che poteva cagionare danno sia alla donna stessa che a familiari e vicini, data la quantità e la modalità di conservazione dell’esplosivo.

Donna arrestata con 12 chili di esplosivo a Ercolano

La donna, di 58 anni e già nota alle forze dell’ordine, è stata arrestata per detenzione illegale di materiale esplosivo. I carabineiri della tenenza di Ercolano hanno perquisito l’abitazione della donna e lì hanno rinvenuto e sequestrato 12 chili di materiale esplosivo. È stato necessario l’intervento dei carabinieri artificieri del comando provinciale per sequestrare in totale sicurezza i 300 artici pirotecnici. Bombe “colorate” non classificate e di fattura artigianale altamente instabili. L’arrestata è in attesa di giudizio. I controlli dei carabinieri continueranno anche nei prossimi giorni.

Come riconoscere i botti illegali

Arrivano le feste di fine anno ed è utile seguire i consigli che la Polizia di Stato dà per l’acquisto di giochi pirotecnici legali e “sicuri”. Il primo punto di riferimento è, sicuramente, la presenza del marchio CE. Il sigillo garantisce, infatti, che il prodotto ha superato l’esame di conformità ai requisiti essenziali di sicurezza e che è conforme al modello approvato.

Oltre alla “marcatura CE”, sui fuochi artificiali deve essere presente una delle categorie previste dalla normativa (“F1”, “F2”, “F3”, “F4”). Si tratta di indicazioni che attestano il livello di rischio potenziale e la soglia di rumorosità dei prodotti; in base ad esse si può determinare chi può acquistare ed utilizzare i fuochi d’artificio.

La Polizia, poi, intende anche sensibilizzare i cittadini a non usare i “botti” illegali che, oltre a non avere le regolari certificazioni, sono pericolosi per l’incolumità di chi li utilizza o di chi è vicino alla zona dell’esplosione. Un’attenzione particolare, inoltre, va all’utilizzo da parte dei minori di qualunque tipo di gioco che deve esser sempre effettuato con la supervisione di un adulto.


Potrebbe anche interessarti