Napoli, bimbo morto a 3 anni dopo incidente in scooter: indagato il papà

Bimbo morto
Bimbo morto a Napoli

Napoli, bimbo morto dopo incidente in scooter col padre: la Procura apre un’indagine per omicidio stradale.

La Procura di Napoli ha aperto un’inchiesta sulla morte del bambino di 3 anni e mezzo dopo un incidente stradale avvenuto venerdì scorso, intorno alle 15, nel quartiere Vasto.

Bimbo morto a 3 anni a Napoli: indagato il padre

Il piccolo viaggiava in sella a uno scooter guidato dal padre, quando questo si è scontrato con un’auto guidata da una donna all’incrocio tra via Pavia e via Parma. Nel violento impatto il bambino è stato sbalzato ad alcuni metri di distanza riportando gravi ferite alla testa ed un trauma cranico.

Trasportato all’ospedale pediatrico Santobono, è deceduto ieri dopo tre giorni di agonia. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti gli agenti della Polizia municipale di Napoli che hanno effettuato i rilievi del caso e fornito una prima ricostruzione del sinistro.

La Procura ha aperto un fascicolo per omicidio stradale per individuare le responsabilità per la morte del bimbo che data la sua piccola età, non poteva essere trasportato sul motoveicolo secondo quanto stabilito dal Codice della strada. Si attendono anche i risultati dei test tossicologici effettuati sulle persone coinvolte nell’incidente.

La Polizia Municipale di Napoli al TGR Campania: “Dall’inizio dell’anno già sedici incidenti mortali, di cui due hanno riguardato i bambini. Rispettare le regole aiuta ad evitare tragedie come questa“.

Ragazza investita sul lungomare: muore a 34 anni

Una 34enne è morta a Napoli, investita sul lungomare. La ragazza, Elvira, sarebbe stata investita mentre attraversava la strada travolta da una motocicletta su via Caracciolo, proprio davanti ad uno degli chalet. E’ morta in ospedale a causa delle gravi ferite riportate, dopo esser stata soccorsa dai sanitari del 118 e condotta al pronto soccorso dell’ospedale Cardarelli.


Ricoverato anche il conducente della moto che però non sarebbe in pericolo di vita. Le indagini sono condotte dalla polizia municipale per ricostruire la dinamica dell’incidente mortale e stabilire le eventuali responsabilità del centauro.

Potrebbe anche interessarti