Inumata la salma del bimbo annegato, la famiglia ora chiede riserbo: “Rispettate il silenzio”

Foto: screenshot servizio TG3

Torre del Greco Chiede silenzio la famiglia del bambino morto annegato nella città corallina. A comunicarlo è l’amministrazione comunale, presente nella persona del sindaco Giovanni Palomba alla cerimonia di inumazione della salma del piccolo.

“Ad inumazione avvenuta del bimbo di Torre del Greco scomparso e, a seguito di interlocuzione privata con il primo cittadino, la Famiglia esprime il proprio sentito ringraziamento al Sindaco, all’Amministrazione comunale della città, alle Forze dell’Ordine e ai cittadini tutti per la vicinanza e la solidarietà dimostrate in questa terribile vicenda. Chiede, altresì, affranta nel proprio cordoglio, il massimo riservo e il pieno rispetto del silenzio e della difficoltà del presente momento”.

La famiglia vuole in questo modo raccogliersi nel dolore ed elaborare la triste vicenda, senza la distrazione di articoli di giornale e dalla curiosità che in alcuni casi può diventare morbosa. Sarà adesso compito esclusivo della magistratura fare luce su quanto accaduto, ricostruendo la dinamica dei fatti e appurando la posizione della madre del piccolo, sottoposta a fermo poiché gravemente indiziata del delitto di omicidio.

Potrebbe anche interessarti