Video. Le bellezze di Napoli, Ercolano e la tomba scoperta a Pompei: la puntata

Tomba Scavi Pompei - Petrolio

Tra le ultime scoperte fatte agli Scavi Archeologici di Pompei ce n’è una davvero eccezionale“. Arriva anche a Petrolio la portata del ritrovamento della tomba di Gneo Alleo Nigidio Maio, finanziatore degli spettacoli gladiatori durante il I secolo d. C.. La trasmissione andata in onda ieri in prima serata su Rai Uno e completamente dedicata alle bellezze paesaggistiche e archeologiche del Golfo di Napoli, ha infatti – tra i molteplici temi trattati – seguito da vicini le ultime fasi dei lavori che hanno portato alla luce del sole l’antico reperto.

La tomba – spiega il curatore del servizio –  si trova presso la Porta Stabia, che collegava Napoli all’attuale Castellammare, in una zona dunque molto trafficata, ideale per una tomba importante”. Già, perché i sepolcri, spesso fuori le mura cittadine per motivi igienico-sanitari, godevano di maggiore visibilità quanto più erano vicino ai luoghi di passaggio: “Quanto più una tomba era vicino alle porte d’ingresso delle città, tanto più potevano essere ammirate dai passanti“.

Petrolio ha mostrato le fasi del ritrovamento di quella di colui che si pensa finanziasse gli spettacoli dei gladiatori fino all’anno prima dell’eruzione del 79 d. C., quando Gneo Alleo Nigidio Maio sarebbe morto. Una scoperta avvenuta per caso durante i lavori di ristrutturazione della Soprintendenza e che ha portato alla luce un’iscrizione di smisurata lunghezza, in cui si parla di banchetti e triclini.

 

Per rivedere l’intera puntata di Petrolio, clicca qui.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più