Arena Spartacus Festival: grande successo per l’Iliade – la Guerra di Troia

Luci soffuse e il bellissimo anfiteatro campano a fare da sfondo per una delle opere epiche più belle della storia dell’Umanità. L’Iliade – La guerra di Troia è andata in scena ieri sera, 28 agosto, all’Arena Spartacus Festival, la più lunga e ricca manifestazione di questa “particolare” estate italiana.

Sono bastati pochi suoni e qualche costume di scena a catapultare lo spettatore nel XII secolo a.C. Interpreti sono i bravissimi attori del “Demiurgo”, una società irpina specializzata nell’organizzazione di spettacoli, eventi, rievocazioni storiche e teatro interattivo.

L’Iliade del Demiurgo è ispirata ai poemi del ciclo omerico e raccontano la guerra di Troia attraverso gli occhi di Andromaca, moglie di Ettore, prima che venga catturata. Stringe a sé il figlioletto Astianatte mentre racconta di Paride ed Elena, di Achille e di Ettore e di Troia che brucia per mano degli Achei.

Lo spettacolo ha sfruttato la semplicità della scena, incorniciata dallo splendido anfiteatro, per esaltare il dialogo dei protagonisti e i duelli tra gli eroi. Il pubblico si è trovato ad essere un compagno di viaggio degli attori coinvolto nella scena.

L’Iliade è solo uno dei tantissimi spettacoli che fanno parte dell’Arena Spartacus Festival, una manifestazione che unisce danza, musica, cinema e teatro e che va avanti dal 9 luglio terminando a fine settembre. Eventi e spettacoli dal vivo tutte le sere organizzati in pieno rispetto delle norme anti-Covid. Il festival è stato messo in piedi, sotto la direzione artistica del giornalista Roberto Conte, senza nessun finanziamento statale e grazie ad una grande rete di operatori pubblici e privati del settore culturale. Tra questi ci sono il Gruppo Amico Bio, il Comune di Santa Maria Capua Vetere, il Circuito Archeologico dell’Antica Capua e il Mibact. E anche la direzione artistica del Festival è un insieme sinergico di competenze con la direzione della sezione cinematografica affidata Nicola Grispello, quella musicale a Donato Cutolo, quella teatrale a Maurizio Zarzaca e quella letteraria a Roberto Conte.

In epoca Covid – spiega Bruno Zarzaca, tra gli organizzatori dell’Arena Spartacus Festival – sono numeri importanti. Con il cinema soprattutto abbiamo raddoppiato il pubblico rispetto alle altre arene cinematografiche di Napoli e provincia. Anche con il teatro e gli spettacoli musicali stiamo facendo il tutto esaurito. Nonostante il distanziamento e quindi con meno ingressi“.

Abbiamo sempre fatto degli eventi qui, ma non strutturati in questo modo. – continua – L’anno scorso volevamo farlo ma non ci riuscimmo, quest’anno la voglia di riscatto e di uscire ha reso possibile l’evento“.

Ogni ente che ha partecipato all’organizzazione del Festival, ha fatto la sua parte. Ognuno ha messo in campo le sue competenze nel campo del cinema, del teatro, della danza ecc.. con un soggetto che coordina tutto“, ha concluso.

Iliade – La guerra di Troia
#ArenaSpartacusFestival

Pubblicato da Arena Spartacus su Venerdì 28 agosto 2020

Potrebbe anche interessarti