Napoli, al via i lavori di restauro della statua del Dio Nilo

NAPOLI – Al via i lavori di restauro della statua del Dio Nilo. Dopo l’ultimo intervento del 2014, che permise il ripristino della testa della sfinge trafugata negli anni sessanta, la statua di piazza Corpo di Napoli sarà adesso sottoposta ad un procedimento di manutenzione.

Promotore e finanziatore del restauro è il Complesso Monumentale Cappella Sansevero. La fine dei lavori, realizzati dalla “Tecnikos s.r.l.” sotto sorveglianza della Soprintendenza archeologica belle arti e paesaggio di Napoli, è prevista per il 14 febbraio.

La statua del Dio Nilo è uno dei simboli del centro storico partenopeo, realizzata tra il I e il II secolo d.C. dalla comunità egiziana installata nella parte del decumano inferiore oggi compresa da piazza Del Gesù e largo Corpo di Napoli. In ricordo della terra natìa, la comunità costruì la statua del Dio Nilo, simbolo di abbondanza.

Oltre al suo valore storico, la scultura rappresenta anche una preziosa testimonianza esoterica della città di Napoli. Alcune tradizioni, infatti, ritengono che la statua del Dio Nilo faccia parte di uno dei due triangoli magici del centro storico partenopeo.

Soddisfazione per l’avvocato Carmine Masucci, Amministratore della Cappella Sansevero: «Crediamo nella necessità di promuovere e realizzare interventi di restauro e manutenzione dei beni monumentali della nostra. Per il nostro inestimabile patrimonio artistico esposto all’aperto, periodici interventi di ortodossa manutenzione, successivi al restauro “anastilotico” propriamente detto, da un lato evitano che inquinamento atmosferico e piogge acide possano pregiudicarne incisivamente la buona conservazione, dall’altro consentono a cittadini e forestieri di apprezzarne durevolmente in modo ottimale lo straordinario valore storico-artistico».

«La cura di uno dei simboli d’arte più antichi e rappresentativi del centro antico di Napoli – ha concluso Masucci – testimone silenzioso della radicata capacità di accoglienza e della solidarietà della sua gente, rappresenta adeguatamente il costante impegno del nostro Museo che quotidianamente lavora con passione e entusiasmo per accogliere centinaia di migliaia di visitatori e turisti».

Sui lavori di restauro della statua del Dio Nilo è intervenuto anche il presidente della prima municipalità, Francesco Chirico: «Il museo di Cappella Sansevero si dimostra ancora una volta attenta al territorio del centro storico finanziando l’intervento di pulitura della statua del Nilo, uno dei simboli più significativi del centro storico di Napoli. La città di Napoli è tra le più antiche in Italia ed è nel suo patrimonio storico e architettonico che bisogna puntare, favorendo sinergie positive pubblico/privato».

Potrebbe anche interessarti