Museo Ferroviario di Pietrarsa, arrivano i Lego: come partecipare ai laboratori

In arrivo sui binari del Museo Ferroviario di Pietrarsa un treno carico di mattoncini Lego.

Lego, laboratori al Museo di Pietrarsa

Nelle giornate di domenica 6 e 20 febbraio, nella sala cinema del sito museale della Fondazione FS, saranno allestiti i laboratori Bricks4Kidz, iniziativa che prevede sedute della durata di 90 minuti durante i quali si potranno coniugare divertimento e apprendimento.

Bambini tra i 6 e 10 anni di età saranno guidati da tutor che, servendosi anche di un breve filmato, suggeriranno come assemblare i vari elementi a disposizione per consentire ai partecipanti di dare sfogo alla loro creatività con i colorati pezzi del gioco di costruzioni più conosciuto al mondo.

L’appuntamento di domenica 6 febbraio ha già raggiunto il numero massimo di adesioni e a breve saranno aperte le iscrizioni per le attività in programma il 20 febbraio.

In un’epoca dove consolle e videogames rappresentano la più richiesta forma di svago domestico, sembrano non tramontare mai i famosi mattoncini che hanno accompagnato l’infanzia di intere generazioni, tanto da entrare a fare parte anche del mondo dei giochi elettronici che avrebbero dovuto, teoricamente, soppiantarli.

Ma l’opportunità costituita dal mettere alla prova le proprie abilità manuali abbinate a estro e fantasia, trovano nella cornice del Museo di Pietrarsa un luogo ideale per dare forma alle idee in spazi protetti, accoglienti e sicuri per trascorrere piacevolmente il tempo libero.

Info e come prenotare

Informazioni sulle modalità di partecipazione telefonando allo 081472003 oppure sul web, sulle pagine ufficiali facebook del Museo di Pietrarsa, o all’indirizzo https://bit.ly/3fUq7po.


Per accedere al museo gli accompagnatori hanno l’obbligo di presentare la certificazione verde rafforzata (Super Green pass) e un documento d’identità. Tale obbligo non si applica ai bambini di età inferiore ai 12 anni e ai soggetti con certificazione medica specifica. Si ricorda inoltre che all’interno del museo è obbligatorio, anche per i partecipanti al laboratorio, l’utilizzo di una mascherina di tipo FFP2.

Potrebbe anche interessarti