Al MADRE in mostra gli scatti di Boris Mikhailov, il fotografo del post comunismo

boris_mikhailov-quad

Venerdì 13 novembre il Museo Madre di Napoli con l’evento MADREload Party post-opening ha inaugurato la mostra fotografica “Io non sono io” di Boris Mikhailov, uno tra i più illustri fotografi contemporanei. L’esposizione, a cura di Andrea Viliani e Eugenio Viola, è organizzata in collaborazione con Incontri Internazionali d’Arte e Polo museale della Campania/Villa Pignatelli-Casa della fotografia e si terrà fino al 01 febbraio 2016.

L’artista, nato nel 1938 a Cracovia, si è distinto per aver documento ben oltre cinquant’anni di storia del suo paese natale attraverso l’obiettivo della sua macchina fotografica. Il corpo, rappresentato senza censure e testimone di dolorosi eventi che hanno investito l’Ucraina, è il filo conduttore della sua documentazione storica. Le immagini volgono lo sguardo ai temi dell’oppressione sociale, della povertà, della miseria, della crisi identitaria, dell’abbandono, della solitudine, inseriti in uno scenario di grandi e radicali trasformazioni che hanno travolto il paese con non poche ripercussioni sul presente.

MADRE MUSEO
Mettendo in scena immagini audaci e d’impatto, Mikhailov, urla il suo disaccordo e si configura come un’artista di rottura, capace di ridicolizzare e di esporre le crudeltà del regime sovietico. Ciononostante l’essenza del suo lavoro si esprime anche e attraverso la fotografia sociale,ovvero, immagini del quotidiano, talvolta realizzate in chiave giocosa, che traducono il sentimento e lo stato d’animo di una società bisognosa di cambiamento e rivoluzione: “Ritengo che il fenomeno che sto raccontando al mondo è, nella sua essenza, il post-comunismo o il post-sovietico. La Russia è sempre stata del resto un mondo di cataclismi sociali, come è emerso chiaramente lungo tutto il corso del XX secolo” ha dichiarato Mikhailov.

Le numerose serie presenti all’interno del Museo Madre seguono l’excursus della sua carriera artistica iniziata negli anni sessanta:Suzi and Others (1960-1970), Yesterday Sandwich (1972-1975), Salt Lake (1986), By the Ground (1991), Football (2000),Superimpositions from the 60/70s e The Wedding (2005).

MADRE MUSEO NAPOLI

Degno di nota è l’inedito confronto realizzato trai dipinti del pittore spagnoloJusepe de Ribera – San Paolo Eremita (1638) e Santa Maria Egiziaca (1651) – e alcuni scatti, di formato piccolo, del fotografo. La rivendicazione dei soggetti in quanto esseri umani e la necessità di dignità individuale e collettiva sottolineano la sensibilità dei lavori di un’artista incommensurabile: Boris Mikhailov. “Io non sono io” – un appuntamento molto atteso per appassionati ed esperti.

 

Quando:Dal 13 novembre al 1 febbraio 2016

Dove:Museo Madre, via Settembrini 79 – Napoli

Orari: lunedì, mercoledì, giovedì, venerdì, sabato 10:00-19:30
domenica 10:00-20:00
Martedì chiuso
Biglietti: intero: euro 7 / ridotto: euro 3,50 / lunedì ingresso gratuito
Per ulteriori informazioni www.madrenapoli.it

Potrebbe anche interessarti