Concerto dell’Epifania 2019 a Napoli con il violino di Auschwitz

In foto Alessandra Sonia Romano con il violino di Auschwitz

Come da tradizione, il giorno venerdì 4 gennaio alle ore 20.30 al Teatro Mediterraneo della Mostra d’Oltremare di Napoli, si terrà la 24esima edizione del «Concerto dell’Epifania» per essere poi trasmesso domenica 6 gennaio alle ore 9.35 su Rai Uno.

Il Concerto dell’Epifania 2019 è realizzato con il contributo della Regione Campania e del Comune di Napoli.

La manifestazione è ideata e promossa dall’Associazione Oltre il Chiostro onlus e prodotta per la RAI dalla Melos lnternational di Dante Mariti in collaborazione con l’Associazione “Musica dal Mondo”.

Quest’anno il messaggio degli artisti partecipanti al concerto è contro qualsiasi tipo di razzismo e xenofobia.

Il protagonista della serata, quest’anno, sarà un violino che fece parte di uno dei gruppi musicali del campo di concentramento di Birkenau ad Auschwitz, simbolo di un’edizione ispirata al messaggio inviato da Papa Francesco in occasione della 52esima Giornata mondiale della pace.

Il violino in questione proviene dal Museo Civico di Cremona ed è stato messo a disposizione da Carlo Alberto Cerutti.

Fu la giovane Eva Maria Levi il 6 dicembre 1943 a portalo via con sé nel suo viaggio senza ritorno della Stazione Centrale di Milano al campo di concentramento e recuperato dal fratello Enzo che fu fra i 5 sopravvissuti, su 243 deportati del suo convoglio.

Avrà l’onore di suonare questo cimelio la violinista Alessandra Sonia Romano.

Inoltre, il Concerto dell’Epifania 2019 darà spazio a numerosi giovani artisti come Marco Carta, Tony Maiello, Maldestro, Giovanni Caccamo, Anbeta Toromani, Alessandro Macario e Djarah KanJ, tutti accomunati dalla capacità di utilizzare il proprio talento come strumento di rivalsa.

Proprio al tema del contrasto dei nuovi razzismi verrà dedicata la partecipazione del più classico de La Nuova Compagnia di Canto Popolare, che interpreterà la Tammurriata Nera.

Antonella Ruggiero, che eseguirà un brano inedito dal titolo “Senza”, avrà il compito di compiere un ideale passaggio di consegne tra generazioni.

La scaletta della serata si aprirà con un originale medley tratto dal fîlm Sister Act, che sarà eseguito dal Rita Ciccarelli e Flowing Gospel.

Altrettanto suggestivo il momento del coro composto da 40 bambini della scuola napoletana del 48esimo circolo didattico Madre Claudia Russo, “Le voci del 48”, ed incentrato sull’interpretazione di “Heal the world” di Michael Jackson.

Una novità è la partecipazione del maestro Adriano Pennino nelle vesti di arrangiatore e di direttore dell’Orchestra Partenopea di Santa Chiara. La conduzione dello spettacolo vedrà, invece, il ritorno di Veronica Maya, volto di Rai Uno.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più