Jazzit Fest 2019 a Pompei: tre giorni di stand e musica ad ingresso gratuito

Musica, sperimentazione e tanto buon cibo, che non guasta mai: questa la ricetta del Jazzit Fest 2019. L’evento itinerante di matrice jazzistica, che dal lontano 2012 raduna centinaia di musicisti ed esperti del settore, sbarca a Pompei per una tre giorni che lascerà il segno. Oltre cento concerti, svariati laboratori musicali destinati ad ogni età, degustazioni enogastronomiche, conferenze e seminari si alterneranno nel suggestivo scenario della città mariana tra il 28 e il 30 giugno. Un imperdibile kaleidoscopio di suoni, culture e storie provenienti da tutto il mondo prenderà vita in quella che viene definita la “Residenza Creativa”, uno spazio aperto in cui artisti, intenditori e semplici curiosi si nutriranno di esperienze, brani… e delle gustose specialità tipiche locali.

Ma l’interesse musicale non è l’unico motore della manifestazione. Giunto quest’anno alla sua settima edizione, il festival ideato da Luciano Vanni (editore dell’omonima rivista) e gestito dall’associazione senza scopo di lucro Civitates Srl incoraggia alla filantropia ed all’impegno civico tramite diverse iniziative. L’evento infatti sarà a titolo completamente gratuito ma supportato da una raccolta fondi a cui accedere mediante il sito www.jazzitfest.it: il 50% del ricavato (unitamente al 20% delle sponsorizzazioni ricevute dagli entusiasti imprenditori pompeiani) sarà finalizzato alla creazione di una “Ludoteca Sociale” cittadina: una zona ricreativa in cui abbattere ogni barriera sociale legata a condizioni di disagio fisico, economico e psicologico.

Sarà inoltre possibile prendere attivamente parte alla realizzazione del festival aderendo a “La Banca del Tempo”, un progetto di volontariato che fa leva sul senso civico e sociale del singolo cittadino, coinvolgendolo nella produzione e nella tutela di quanto necessario alla concretizzazione dell’iniziativa. Pubblicizzazione e allestimento di punti di ristoro sono solo due dei modi in cui sarà possibile supportare la causa: più di 60 tra famiglie pompeiane, B&B locali, aziende, hotel (e perfino due classi dell’I.C. Matteo della Corte) hanno infatti dato il proprio contributo aprendo le porte delle proprie abitazioni o attività e offrendo un alloggio per la notte a chi dovrà affrontare un lungo viaggio per raggiungere Pompei.

I giochi cominceranno venerdì 28 giugno. Formazioni jazz a due o tre elementi, pianisti solisti e cantautori di fama internazionale si esibiranno infatti dalle ore 19 alle ore 24, trascinando il pubblico in un coinvolgente viaggio etno-musicale. Le performance avranno la durata di un’ora ciascuna e si terranno presso alcuni dei locali più frequentati della città mariana: il Kobé, il ristorante dell’anfiteatro, il ristorante del santuario, il Delirum, Le Lune Bistrot ed il Pompei Lab.

Per il programma dettagliato, in continuo aggiornamento http://www.jazzitfest.it/venerdi-28-giugno

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più