A Sanremo furono i napoletani i primi a cantare con il Festival Napoletano

Aurelio Fierro

Il Festival della canzone italiana non è stato il primo ad esibirsi a Sanremo con la primissima edizione del 1951. A lanciare nella città ligure la musica mettendola in vetrina fu la canzone napoletana nel lontano 1932. Non si trattò di un vero e proprio concorso canoro ma semplicemente di uno spettacolo tutto a tinte partenopee.

Un gruppo di poeti e musicisti con a capo Ernesto Murolo portarono a Sanremo una rassegna di canzoni, esportando le melodie  napoletane oltre i confini campani e nazionali. Il Festival Napoletano in quell’occasione rilanciava canzoni già note, diversamente da quanto accade per il Festival della musica italiana.

Diverso, invece, fu il percorso del Festival di Napoli nato un anno dopo rispetto al Festival di Sanremo nel 1952 quando a Napoli e trasmesso dalla Rai gli artisti partenopei si sfidavano cantando canzoni inedite. Tra i vincitori di questa kermesse ritroviamo personaggi di spicco quali Aurelio Fierro, Sergio Bruni Claudio Villa, Domenico Modugno e Nino Taranto.

Pian piano la competizione andò scemendo a dalle reti Rai passò ad essere trasmesso da Rete 4 in una chiave diversa. Il Festival di Napoli cessò di esistere nel 2004. La canzone napoletana da sempre conosciuta in tutta il mondo non sta attraversando in questi ultimi anni in un periodo felice. Le nuove melodie poco o nulla riescono a scaldare i cuori oltre i confini partenopei sebbene tanti artisti made in sud riescono ad imporsi suscitando il piacere del grande pubblico.

Potrebbe anche interessarti