Napoli, rincorsa Champions: a Roma sfida da dentro o fuori. Lozano e Manolas scalpitano

napoli champions roma
Osimhen e Lozano esultano dopo un gol

La vittoria sul Milan rappresenta per gli azzurri il definitivo rilancio in classifica. Ora il Napoli prepara la seconda sfida decisiva per l’accesso alla prossima Champions League: stavolta l’ostacolo sarà la Roma di Fonseca.

Per una squadra che negli ultimi tempi ha tradito le aspettative, la prova di San Siro apre scenari inaspettati fino a tre settimane fa. Il gruppo è riuscito ad approfittare delle assenze del Milan e della sconfitta della Roma in casa del Parma per agganciare il quinto posto. La prossima sfida, in programma domenica alle 20:45 all’Olimpico, sarà di quelle da dentro o fuori. La Roma è costretta a vincere per non allontanarsi definitivamente dalla quarta posizione. Il Napoli ha ancora margine di errore, seppur bassissimo, dovuto al recupero della gara contro la Juventus. Tuttavia non bisogna fare calcoli. I partenopei possono approfittare della stanchezza dei giallorossi per l’impegno di giovedì in Ucraina e degli infortuni di uomini chiave come Mkhitaryan e Veretout.

Eppure gli azzurri devono rimanere concentrati e non farsi distrarre da situazioni apparentemente favorevoli. Al Napoli servirà una prova importante come contro il Milan, in cui gli uomini di Gattuso hanno messo in risalto gli effetti della settimana completa di lavoro, esibendo grande organizzazione in entrambe le fasi. La squadra ha sfoggiato in più di un’occasione un palleggio fluido, sintomo di una buona condizione, e ha ritrovato non solo la serenità perduta, ma anche pedine fondamentali del suo gioco. Agli ultimi rientri si aggiungono Lozano e Manolas, anche se contro la Roma probabilmente partiranno dalla panchina. Mentre nel reparto offensivo Gattuso ha un dubbio: Mertens è apparso un po’ in ombra nelle ultime uscite e Osimhen scalpita per un posto da titolare.

I segnali sono positivi e virtualmente il destino è nelle mani dei partenopei. Gli ultimi deludenti mesi sono ormai alle spalle e la vittoria sul Milan non solo ha trascinato di nuovo i rossoneri nel vortice della lotta Champions, ma ha restituito autostima al Napoli che a Roma vorrà ripetersi. La strada è tortuosa e una rondine non fa primavera, ma forse due sì.

Potrebbe anche interessarti