Oltre il Basket: il Natale della Virtus Piscinola

piscinola
Foto dalla pagina ufficiale FB “Pol. Virtus Piscinola”

Ci sono giorni dove la palla a spicchi aiuta i cuori ad unirsi e a superare anche le rivalità come in questo inizio del 2016 sta accadendo agli appassionati e non che seguono le vicissitudini della Virtus Piscinola.
Era il pomeriggio del 25 Dicembre quando probabilmente dei vandali hanno incendiato il gioiello di Piscinola, una tendostruttura che accoglie non solo la prima squadra, che milita in serie C Silver, ma anche tanti ragazzi e bambini che praticano di questo sport.
Al momento,  le autorità preposte all’accertamento dei fatti propendono per “la causa accidentale dell’ incendio”, qualsiasi sia la fonte di questo grave danno per la comunità sportiva di Piscinola si è scatenata subito una “gara di solidarietà” per aiutare questo pezzo di storia del basket napoletano.
La Virtus ha pubblicato il suo IBAN sulla sua pagina ufficiale FB per raccogliere i fondi necessari a rendere di nuovo agibile il campo e moltissimi sono stati i messaggi si solidarietà proveniente da tutta Italia, basta leggere tra i commenti e i post sulla fan page per vedere come da Milano a Reggio Calabria ci sia un coro unanime di conforto verso la comunità cestistica di Piscinola.
Vedere atleti, allenatori, dirigenti di tutte le età e non solo prodigarsi per far ritornare lo sport è il simbolo di una Napoli che si rimbocca le maniche e che da storico punto di riferimento della palla a spicchi è il simbolo del riscatto di chi può perdere tutto in una sola notte, ma che nonostante le avversità lotta centimetro dopo centimetro per rendere di nuovo agibile la tendostruttura.
Di seguito le dichiarazioni pubbliche del capitano della serie C Giuseppe Guarino:

“Siamo una delle squadre più antiche del sud Italia e in assoluto la più antica di Napoli. Inutile raccontarti che siano stella d’Argento Coni per ciò che facciamo nel nostro quartiere (Piscinola, periferia nord di Napoli). Hanno incendiato un campo per pochi spiccioli o dispetto, ma non bruceranno mai ciò che abbiamo dentro per questo sport e per questa società”.

La fonte delle dichiarazioni è la pagina FB “La Giornata Tipo” che sta aiutando a far girare questa notizia e a far arrivare la solidarietà di tutto il mondo della pallacanestro italiana a questa bella realtà.
Il silenzio in questi casi è il vero abbandono per queste persone che vivono di pallacanestro e che fanno vivere ad un quartiere della periferia Nord di Napoli le emozioni di uno sport che a definirlo minore in questi territori è un’errore imperdonabile.
La speranza e l’augurio di tutti gli appassionati della palla a spicchi e degli sportivi è rivedere questa struttura presto funzionante e magari piena di bambini che possano innamorarsi di questo fantastico sport.
FORZA PISCINOLA!

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più