Una soffiata scuote il Napoli: “Sarri verso la Nazionale, al suo posto arriverà…”

Sarri

Nemmeno il tempo di accomodarsi sulla panchina del Calcio Napoli che già qualcuno paventa l’ipotesi di una nuova sfida per Maurizio Sarri. Il noto giornalista Italo Cucci, infatti, durante la trasmissione televisiva “Il bello del calcio”, in onda ieri sera su Canale 21, si è lasciato scappare una soffiata fattagli – a suo dire – da una fonte ben informata dei fatti: “In treno mi hanno detto che Antonio Conte lascerà la Nazionale dopo gli Europei e che al suo posto arriverà Maurizio Sarri. Pare piaccia tantissimo ai vertici della federazione. La stessa fonte, inoltre, mi ha detto che a guidare il Napoli l’anno prossimo sarà Giampaolo“.

Si tratterebbe in pratica dello stesso percorso fatto dall’attuale allenatore partenopeo, che proprio in estate dall’Empoli si è trasferito all’ombra del Vesuvio. Gli ottimi risultati che sta ottenendo però Sarri – nonostante i malumori iniziali della piazza e quelli addirittura di re Diego Armando Maradona in persona (poi scusatosi col mister toscano) -, lasciano difficile pensare a questo clamoroso cambio di panchina. Certo è che l’allenatore azzurro ha firmato con De Laurentiis un contratto solo per una stagione e quindi, almeno per il momento, a giugno sarebbe libero di accasarsi altrove. Se poi chiamasse davvero la Nazionale, qualche dubbio nella testa di Sarri potrebbe giustamente insinuarsi, perché quello dell’Italia non è un treno che passa molto spesso.

Per la verità nemmeno quello del Napoli, una piazza a cui l’allenatore Maurizio Sarri sta dando tanto, ma da cui comunque sta anche ricevendo un affetto che probabilmente non troverebbe in nessun altro ambiente. A questo punto della stagione, tuttavia, sembra prematuro parlare di mercato degli allenatori, che si sa, sono sempre molto legati ai risultati, e questo vale sia per la Nazionale italiana, che per il Napoli e per l’Empoli.

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più