Napoli, le tre mosse di De Laurentis per trattenere Higuain

Higuain e De Laurentiis

Dalle sirene inglesi del Manchester United a quelle tedesche del Bayern Monaco, passando ovviamente anche per quelle francesi del Paris Saint Germain. Al momento, tuttavia, l’unica sirena a cui è legato Gonzalo Higuain è la sirena Partenope, figura leggendaria della città di Napoli. E proprio perché ormai anche il centravanti argentino sembra poter entrare di diritto nella leggenda napoletana, il presidente Aurelio De Laurentiis e i sempre calorosissimi tifosi del Calcio Napoli non hanno alcuna intenzione di fare del Pipita un oggetto di mercato, nonostante le tante ed importanti richieste. Per questo, stando ad alcune indiscrezioni apparse sull’edizione odierna de Il Mattino, il patron azzurro avrebbe già in mente un piano per convincere Higuain a restare alle pendici del Vesuvio.

L’attaccante argentino al momento ha un contratto che lo lega al club azzurro fino al 2018, ma De Laurentiis potrebbe prolungarlo di altri due anni, portandone dunque la scadenza al 2020, quando Higuain avrebbe 33 anni. Un sostanziale ritocco riguarderebbe poi anche l’ingaggio: al calciatore andrebbero ben 7 milioni di euro a stagione. Ma la forza economica di alcuni grandi club europei sta facendo pensare al Napoli di rivedere anche le cifre della clausola rescissoria, attualmente “ferma” sui 94 milioni di euro. L’idea sarebbe quella di stabilire una nuova clausola da 100 milioni.

Queste le tre mosse a cui il presidente partenopeo starebbe lavorando pur di non dover fare a meno di uno dei bomber più prolifici della storia della Serie A. Ogni discorso e soprattutto ogni incontro con l’entourage del giocatore sarà rimandato alla fine del campionato, data la lotta serrata con la Juventus per lo Scudetto. Un discorso in cui giocheranno un ruolo molto importante non solo le promesse economiche (del Napoli come degli altri club interessati ad Higuain), ma anche le motivazioni, gli stimoli e le ambizioni del calciatore stesso. Da questo punto di vista, ad esempio, la vittoria del campionato potrebbe spingere Higuain a cercare nuovi successi altrove, a meno che il presidente De Laurentiis non gli assicuri poi di allestire una squadra importante per poter ambire anche alla Champions League.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più