Squalifica Higuain, protesta al San Paolo: ecco cosa stanno preparando i tifosi azzurri

I tifosi del Calcio Napoli sono stati un’arma in più per tutta la stagione, il cosiddetto dodicesimo uomo in campo. E anche ora che il sogno scudetto sembra ormai svanito, il San Paolo accoglierà comunque circa 45mila spettatori. I supporter napoletani non andranno allo stadio solo per assistere alla partita, ma soprattutto per restare vicini a Gonzalo Higuain, che guarderà i suoi compagni direttamente dalla Tribuna Autorità.

Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, i tifosi napoletani hanno deciso di manifestare la propria solidarietà nei confronti del Pipita indossando la maglia e la maschera del bomber argentino, come già fecero nei confronti di Koulibaly, quando fu vittima di beceri cori razzisti durante Lazio-Napoli. Inoltre, sui social, spunta l’idea di un flash mob in Piazza del Plebiscito, per protestare contro la decisione del Giudice Sportivo Tosel con un’autentica panolada spagnola, ovvero agitando fazzoletti bianchi, cosa che potrebbe poi essere riproposta anche all’interno del San Paolo, durante il match con il Verona. Come annunciato dal Movimento Neoborbonico infatti, durante la partita ci sarà una sventolata di fazzoletti bianchi, in segno di protesta. Di seguito, il comunicato:

“Panolada” al San Paolo per protesta contro la FIGC e per affetto verso Higuain

Il Movimento Neoborbonico invita i tifosi napoletani presenti al S. Paolo domenica per Napoli-Verona a sventolare fazzoletti bianchi in segno di protesta contro le ultime vicende ai danni della squadra azzurra. In segno anche di affetto per Higuain e per il suo attaccamento alla maglia, quei fazzoletti saranno il simbolo pacifico e civile per dire basta ad un sistema calcistico non sano che penalizza squadre forti ma “normali” come il Napoli, privo del potere economico, politico e mediatico che altre squadre (del Centro-Nord) possono vantare. Il calcio, soprattutto a Napoli e in questa rivalità antica contro la Juve, presenta risvolti storici, sociali e culturali sempre più evidenti e che non si possono ignorare.

Potrebbe anche interessarti