Pazienza: “Il mio Napoli inferiore a quello di ora, ma avevamo un segreto…”

Michele Pazienza

Da Savoldi a Zuniga passando per Zalayeta e Garics. Sono tanti i giocatori che hanno indossato le divise di Calcio Napoli e Bologna. Due squadre che hanno dato tanto nella storia del calcio italiano ma che non sono mai realmente riuscite a sfondare dato la strapotere economico che tutt’oggi persiste di Juventus, Milan ed Inter. Sarà comunque una sfida affasciante quella che si disputerà domani sera al San Paolo. I rossoblù vogliono centrare quota 40 chiudendo un campionato iniziato malissimo ma terminato come meglio non si poteva. Gli azzurri, dalla loro, sono chiamati a difendere il secondo posto anche in vista dello scontro diretto del prossimo lunedì all’Olimpico contro i giallorossi.

Dice la sua sul match che aprirà la 34a giornata di campionato anche Michele Pazienza. L’ex centrocampista di Napoli e Bologna è intervenuto ai microfoni di Radio Goal, programma di Kiss Kiss Napoli: “Non ho dubbi sulla vincente di domani sera: la squadra di Sarri non può più sbagliare dopo il passo falso di Milano altrimenti rischierebbe di compromettere una meravigliosa stagione. Anche il mio Napoli arrivò secondo ma la quella rosa era nettamente inferiore all’attuale. Il nostro segreto per centrare l’obiettivo fu quello di restare sempre compatti nonostante tutto. Hamsik? Una pietra miliare: è indispensabile per questa squadra”.

Potrebbe anche interessarti