Napoli senza Milik, Sarri prova due moduli: ecco come cambia la squadra

foto sscnapoli.it
foto sscnapoli.it

L’ infortunio di Arek Milik è uno di quelli che può minare le certezze fin qui acquisite dal Calcio Napoli. Il bomber polacco ha iniziato la stagione alla grante, segnano con grande regolarità e facendo dimenticare ai tifosi napoletani un certo Gonzalo Higuain. L’infortunio subito in nazionale, che lo terrà fuori almeno 4 mesi, sta condizionando (e non poco) la squadra azzurra. Nelle ultime ore si sono fatti i nomi di possibili sostituti, da Berbatov a Klose, passando per Adebayor. Svincolati che, per questioni tecniche ed anagrafiche, non convinco affatto.

Adesso Maurizio Sarri dovrà ridisegnare il Napoli, che tanto bene aveva fatto fino alla sconfitta di Bergamo. Al centro dell’attacco ci sarà Gabbiadini, il sostituto naturale di Milik. Diverse però sono le soluzioni provate dal tecnico, al di la del classico 4-3-3. Possibile che si sperimenti un 4-4-2, esattamente come successo negli ultimi minuti del match con l’Atalanta. Al fianco di Manolo, giocherebbe Dries Mertens, con Insigne esterno di centrocampo. L’altra soluzione è il 4-2-3-1. Zielinski, uno dei migliori fino ad ora, giocherebbe trequartista dietro a Gabbiadini, con Hamsik ed uno tra Allan e Jorginho in mediana.

Potrebbe anche interessarti