Napoli ad un passo dall’esclusione: stasera non basterà vincere, si qualifica se…

Conti alla mano qualificarsi per gli ottavi di finale corrisponde a centrare una impresa epica. Al Napoli questa sera contro lo Shakthar Donetsk non basterà vincere per proseguire il cammino in Champions League. Non sono solo i punti conquistati ma anche i gol segnati e subiti a fare la differenza.

I criteri che stabiliscono il superamento del girone indicano 8 vie:

  • 1: maggior numero di punti negli scontri diretti (classifica avulsa)
  • 2: miglior differenza reti negli scontri diretti
  • 3: maggior numero di gol segnati negli scontri diretti
  • 4: maggior numero di gol segnati fuori casa negli scontri diretti
  • 5: in caso di più squadre a pari punti, se utilizzando i criteri dall’1 al 4 due squadre sono ancora pari, questi criteri vengono riutilizzati considerando i soli incontri fra queste due
  • 6: miglior differenza reti generale del girone
  • 7: maggior numero di gol segnati nel girone
  • 8: miglior coefficiente UEFA

Seguendo le regole della Uefa, sarà necessario vincere in virtù della sconfitta patita in terra ucraina oltre a conquistare il successo nell’ultimo turno sul Feyenoord fanalino di coda e sperare che il City di Guardiola, ormai qualificato, sia così goloso da espugnare il campo del Donetsk nell’ultima partita del girone.

Se dovesse configurarsi questo scenario, il Napoli sarebbe al secondo posto ma a pari punti con lo Shakthar. A questo punto, occhio al risultato di stasera. Servirebbe una vittoria di misura 1-0 per poter centrare lo straordinario risultato oppure un successo più largo con almeno due reti di scarto.

Se, invece, gli azzurri dovessero vincere con lo stesso risultato dell’andata (2-1) in questo caso si valuterebbe la miglior differenza reti generale nel girone (criterio 6) e qui al momento la squadra di Sarri arranca con un -2 a fronte di un +2 degli ucraini. Una situazione comunque ribaltabile.

Inutile sarebbe la vittoria con un gol di scarto ma subendo 2 o più gol. In quel caso il Napoli sarebbe già fuori in virtù del maggior numero di reti segnato fuori casa negli scontri diretti (criterio 4).

L’imperativo è vincere, ma facendo molta attenzione alla fase difensiva. Poi il destino andrebbe nelle mani di Guardiola.

Potrebbe anche interessarti