Chiellini velenoso: “Gli altri hanno festeggiato presto. Ora devono stare zitti”

Il pareggio all’Olimpico tra Roma e Juventus, nonostante la vittoria del Napoli a Genova con la Sampdoria, ha permesso ai bianconeri di conquistare il settimo scudetto consecutivo. In casa bianconera, però, oltre che pensare a festeggiare il tricolore si è pensato ad attaccare il Napoli, neanche troppo velatamente, con Chiellini che a Premium Sport si è sfogato liberamente. Anche il duo Matuidi-Benatia ha postato sui social un video provocatorio nei confronti dei tifosi napoletani, facendo riferimento ai festeggiamenti dopo la vittoria dello scontro diretto.

Siamo duri a morire, ci danno dei vecchi e dei brutti ma ogni anno siamo sempre noi a esultare e questa è la cosa più bella: quest’anno dobbiamo godercela abbiamo fatto qualcosa di incredibile. C’è stato un momento in cui stavamo per perderlo; a metà del secondo tempo di Milano sembrava finita. Ma alla fine sono convinto che tutte le persone che hanno esultato troppo presto, parlando a vanvera hanno sbagliato persone, perché se c’è una cosa che non devi toccare alla Juve è l’orgoglio e tutti i discorsi sulla VAR, sulle finali e sul bel gioco ci danno forza. E adesso noi siamo qui a festeggiare e altre persone sono a casa più tristi di noi“, ha detto il difensore bianconero.

Troppe persone – ha continuato – ci hanno mancato di rispetto: ora ci siamo tolti qualche sassolino e ora tante persone che hanno parlato a vanvera devono stare in silenzio e capire che i più forti siamo ancora noi. Sembra quasi dovuto e scontato e che non meritassimo ma se poi gli altri pareggiano le partite e noi le vinciamo un motivo c’è“.

Poi, sulle dichiarazioni di Insigne nel post partita dello scontro diretto: “Ci sono state tante frasi fuori posto quest’anno e ora devono solo guardare noi festeggiare, l’hanno visto spesso e quest’anno lo faranno ancora. Nella vita ci vuole rispetto e quando poi si manca di rispetto si pagano le conseguenze. Hanno parlato troppo e festeggiato troppo presto. Noi le finali le perdiamo perché le giochiamo, tante squadre invece decidono di uscire ai sedicesimi o agli ottavi. Questa è la differenza, quando si parla troppo presto bisogna chiedere scusa“.

Per l’intervista integrale a Giorgio Chiellini, cliccare qui.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più