A Bagnoli una targa per ringraziare Sarri: “L’artefice della Bellezza”

Foto di Cristina Ciliberti

Il rapporto d’amore tra Sarri e i napoletani è destinato a restare indelebile nel tempo. Arrivato all’ombra del Vesuvio nel 2015, in una piazza che lo additava per la sua poca “esperienza”, nei suoi tre anni sulla panchina azzurra il tecnico ha saputo farsi apprezzare, soprattutto per la sua franchezza e il bel gioco prodotto dal suo sistema in campo.

Non ha vinto nessun trofeo, o forse sì. Perché conquistare il cuore dei napoletani non è facile, soprattutto quando si parla di calcio. Per capire cosa si sta cercando di dire basta guardare ad Higuain, forse uno degli attaccanti più forti ad aver vestito la maglia del Napoli, ma velocemente “spodestato” per il suo alto tradimento.

Sarri non ha tradito, i tifosi lo sanno bene. Lo amano, lo stimano e a più riprese, in questi giorni, stanno manifestando i loro sentimenti non solo a parole, ma anche con i fatti. Questo è quello che è accaduto, ad esempio, in via Silio Italico a Bagnoli, la strada dove ha abitato per qualche anno il tecnico di Figline Valdarno, dove è stata affissa una targa con questa scritta: “Qui è nato il comandante Maurizio Sarri. Il popolo napoletano ringrazia l’artefice della Bellezza“. Ma non è l’unica iniziativa.

Il tecnico ha già lasciato Napoli ed è tornato dalla sua famiglia in Toscana, ma l’abbraccio e il calore dei napoletani lo ha raggiunto anche lì. Infatti, come documentato sulla pagina Facebook del Napoli Club Arezzo O’ Sarracino, un gruppo di tifosi partenopei si è assiepato, qualche giorno fa, nei pressi della casa del mister, dove è stato installato uno striscione di ringraziamento.

Napoli intanto ha accolto con entusiasmo l’arrivo di Carlo Ancelotti, tecnico di caratura internazionale, ma non ha potuto fare a meno di ringraziare Sarri (uomo che ha vestito non solo la “tuta” del Napoli, ma la napoletanità in tutte le sue sfaccettature), un passaggio “obbligato”, così come è d’obbligo l’augurio che gli va fatto: non solo per la sua prossima avventura (probabilmente) al Chelsea, ma per la sua intera vita.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più