Fabián Ruiz: “Sto conoscendo Napoli, mi piace un sacco. C’è passione e calore”

E’ arrivato in estate accompagnato da grandi aspettative, visto la cifra pagata dal Napoli al Betis: 30 milioni di euro. Fabian Ruiz, però, non ha ancora lasciato il segno all’ombra del Vesuvio. Complice una condizione non ottimale ed un infortunio che lo ha costretto a diverse settimane di stop. Smaltito l’affaticamento, il talento spagnolo spera adesso di convincere Ancelotti a dargli una maglia da titolare già dalla prossima gara.

In attesa di vedere esprimere tutto il suo talento in campo, Ruiz ha parlato alla Gazzetta dello Sport. Un’intervista nella quale ha spiegato perché ha scelto Napoli e come si è trovato, fin qui, nella città partenopea. “Non ho ancora avuto il privilegio di debuttare col Napoli, cosa a cui tengo da morire, però intanto c’è questa partita con la nazionale che può darci la qualificazione. Ho avuto la sfortuna di farmi male e la cosa ha ritardato il mio debutto in A, ma non ci sono problemi“.

Se il debutto non è ancora avvenuto, Fabian ne ha approfittato per conoscere meglio la città: “Non ho perso né buonumore, né speranze, ci vuole pazienza, soprattutto quando si arriva da fuori. E poi in attesa di giocare sto conoscendo la città e Napoli mi piace un sacco. Il modo di vivere il calcio, con grande passione e trasporto, è molto simile a quello di Siviglia e per noi giocatori è importante, si sente un calore che a me personalmente piace e motiva tanto. E al quale sono abituato, cosa che aiuta l’adattamento“.

Ruiz spiega i motivi che lo hanno spinto a sposare la causa azzurra: “Perché Napoli? Perché mi volevano, perché mi piaceva il progetto, perché mi hanno parlato benissimo di squadra e città sia Albiol sia Callejon, perché Ancelotti mi ha trasmesso fiducia: le sue parole sono state decisive“.

Potrebbe anche interessarti