Napoli-Real Sociedad, Gattuso: “Rinnovo del contratto? Fatevi i c***i vostri”

napoli real sociedad gattuso

Gennaro Gattuso, allenatore del Napoli, in vista della gara contro la Real Sociedad ha parlato in conferenza stampa del match, delle prestazioni della squadra, ma anche del rinnovo di contratto. Ha fatto molto discutere la decisione ieri dei giocatori del Psg e del Basaksehir di lasciare il campo per presunti frase razziste pronunciate dal quarto uomo contro un giocatore di colore.

Questa l’idea dell’allenatore del Napoli: “La gara di ieri sera a Parigi? Difficile rispondere, bisognava trovarsi dentro. Per combattere il razzismo bisogna dare segnali forti“.

Gattuso si è espresso in primis sul girone di Europa League in cui si trova il Napoli: “Quando abbiamo avuto il girone sapevamo che sarebbe stato difficile, sapevamo che le nostre avversarie sono ottime squadre. Il Real Sociedad è ancora imbattuto sia in Europa che in campionato. Sono squadre forti e domani ci giochiamo il primo obiettivo della stagione. Sappiamo che sarà dura, ma speriamo di vedere un grande Napoli“.

Il tecnico del Napoli si è anche soffermato sul recupero di Fabian Ruiz e sulle prestazioni della squadra: “Fabian è recuperato ed è a disposizione. Penso che abbiamo fatto delle buone cose, io e il mio staff siamo molto soddisfatti. Abbiamo a disposizione una squadra giovane, forte. Eravamo convinti dal primo giorno che è la squadra perfetta per come vediamo il calcio. Lorenzo deve sorridere perché deve essere un piacere allenarsi. Con lui ho un rapporto schietto e vero. Parlo prima con lui e sa che per valorizzare ciò che fa in campo c’è bisogno di comportarsi in un certo modo. Sta crescendo e siamo contenti per come lo sta facendo anche perché è il capitano. Deve essere sempre impeccabile“.

Mentalità? Quando dico che siamo soddisfatti per la qualità del gioco, quando possiamo beccare una giornata storta, dobbiamo migliorare il fatto di non andare fuori di testa quando non abbiamo il pallone. Questo intendo quando parlo di mentalità. Stadio Diego Armando Maradona? E’ un’emozione e una responsabilità. Penso anche per l’importanza della gara, Diego merita tanto per ciò che ha fatto qui. E’ un onore essere il primo allenatore ad entrare in questo stadio. Ci sarà pressione, ma è un grandissimo onore“.

In chiusura, Gattuso ha parlato dei tempi del rinnovo di contratto: “Rinnovo del contratto? Fatevi i c***i vostri. A parte le battute, lo dico sempre stanno controllando e vediamo. Zielinski? Può fare sottopunta, mezzala, può fare tutto. Ha grandissime qualità. Ha passato un momento negativo dopo il Covid, ma è ritornato quello che conosciamo tutti. Vediamo domani se giocherà dove scenderà in campo. Siamo contenti di lui e di tutta la squadra. Ci vuole una grandissima partita in tutte e due le fasi. L’avversario è imbattuta da tante partite e questo ti fa capire che squadra andiamo ad affrontare“.

Potrebbe anche interessarti