Josi: “Ho celebrato il matrimonio di Hugo Maradona, un uomo che ama la nostra terra proprio come Diego”

Continuano le dimostrazioni di affetto nei confronti di Hugo Maradona, fratello del campione scomparso, e una di queste proviene dal sindaco di Bacoli, Josi Gerardo Della Ragione. Fu proprio lui, infatti, a celebrare il suo matrimonio.

Hugo Maradona, l’omaggio del sindaco di Bacoli

Il primo cittadino ricorda quel giorno: “Qualche anno fa ho avuto il piacere di celebrare, al Municipio di Bacoli, il matrimonio civile tra Hugo Maradona e Paola. Accettai, onorato, la loro richiesta. Ora, dopo aver ascoltato le ultime dichiarazioni del fratello di Diego, ricordo quella mattina con maggior gioia.”

“Sono giorni che, difatti, non rispettando neanche la morte del più grande calciatore di tutti i tempi, si continua a parlare dell’eredità di Maradona, degli scontri familiari. Una caccia al tesoro da cronaca rosa. Inqualificabile. Notizie che fanno audience, certo, ma che sono di uno squallore infinito.”

Hugo Maradona: “Ringrazio Diego per avermi portato a Napoli”

In questo contesto, emergono le parole di Hugo Maradona e riportate dal sindaco di Bacoli: “Non mi interessa nulla dell’eredità di Diego. Il suo regalo più grande è stato quello di avermi fatto conoscere Napoli.”

Della Ragione commenta tali dichiarazioni dicendo: “Straordinario. Non ho mai avuto il piacere di incontrare il Dio del calcio né l’onore di vederlo giocare allo stadio San Paolo. Ma un Maradona l’ho conosciuto ed è un uomo dall’animo buono, innamorato della nostra terra. Proprio come lo era Diego. Grazie Hugo, siamo felici che tu e la tua dolce metà facciate da tempo parte della nostra comunità.”

La moglie di Hugo, Paola, ha risposto: “Grazie Josi, tu sai la stima che abbiamo di te. Abbiamo fortemente voluto che tu ci sposassi perché sei uno di noi. Grazie mille per le bellissime parole.”

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più